Dakar, quattro arresti per l’omicidio dell’albergatore di Arezzo

L'albergatore Gaetano Uva (da Facebook)
L'albergatore Gaetano Uva (da Facebook)
L’albergatore Gaetano Uva (da Facebook)

DAKAR – Quattro arresti a Dakar per l’assassinio di Gaetano Uva, l’albergatore di Monte San Savino (Arezzo) sgozzato la notte del 29 gennaio scorso nell’albergo Hong Kong di Dakar. Lo riferisce il quotidiano on line senegalese «Setal» (che chiama Uva con il nome di Gustavo e non Gaetano), secondo il quale la polizia avrebbe arrestato una giovane prostituta, con la quale Uva avrebbe trascorso la notte, e tre addetti dell’hotel: il receptionist, una cameriera e un terzo impiegato. Non è però ancora chiaro il movente dell’omicidio ed il ruolo avuto da ciascuno dei quattro.

A tradire i presunti autori, sempre secondo «Setal», sarebbe stato il telefono cellulare di Uva finito nelle mani della prostituta insieme a 500 euro. La donna avrebbe fatto alcune chiamate da quell’apparecchio tanto da consentire alla polizia di arrivare a lei, attraverso la tracciabilità del segnale, e agli altri tre arrestati.  Secondo il giornale l’albergatore italiano veniva regolarmente in Senegal prendendo alloggio sempre nell’albergo Hong Kong, vicino all’aeroporto di Yoff.

[SAdd]

 

omicidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080