La proroga annunciata durante il vertice in Regione

Tramvia, l’Ue proroga i milioni fino al 2019. Ora basta ritardi

di Andrea Ferrari - - Cronaca

A breve, annuncia il sindaco Renzi, sarà possibile trasportare la bici a bordo della tramvia

FIRENZE – Restano in campo i finanziamenti europei per la tramvia fiorentina. Oggi è stato firmato l’accordo di programma tra Regione e i comuni di Firenze, Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio, che consentirà di non perdere il finanziamento  (36,6 milioni di euro) affidato da Bruxelles alla Toscana.

Per costruire le tre linee ci sarà tempo fino al 31 marzo 2019 e non più fino al 31 dicembre 2015. Il Comune di Firenze come chiesto dall’Unione Europea, dovrà comunicare ogni tre mesi lo stato di avanzamento dell’opera.

Dopo la realizzazione della linea 1, l’Unione Europea ha anche preso in considerazione la proposta, avanzata dalla Regione, di estendere il sistema tramviario fiorentino a Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio con altre due linee. Nell’accordo firmato oggi la Regione si impegna a finanziare e realizzare gli studi di fattibilità con un milione di euro grazie alla risorse del fondo per i progetti strategici.

La linea 2 è quella che da Piazza San Maria Novella si collegherà all’aeroporto di Peretola e piazza Libertà. La linea 3 prolungherà di fatto la linea di Scandicci fino a Careggi.

«L’intesa di oggi ha un doppio valore: è importante perché ci consente di non perdere i soldi che ci aveva dato l’Unione europea – ha detto il governatore della Toscana Enrico Rossi – ma è altrettanto importante perché con lo studio di fattibilità da completare in meno di un anno si inizia a ragionare sul serio del prolungamento a Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino».

Ogni mese sono oltre un milione i passeggeri che già salgono sulla linea 1 della tramvia, la sola al momento completata. Una volta che le tre linee saranno in funzione la stima è di quasi 40 milioni di passeggeri l’anno.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.