Firenze, uccide la moglie malata di Alzheimer e va dalla polizia

La Polizia ha arrestato due marocchini che avevano rubato ai mercatini di Natale

La Polizia ha arrestato due marocchini che avevano rubato ai mercatini di Natale

FIRENZE – Non ce l’ha fatta più a vedere lo moglie Nella Burrini di 88 anni malata di Alzheimer e l’ha uccisa per disperazione afferrandola al collo e strangolandola. È successo stanotte nel loro appartamento in Borgo Pinti 70 a Firenze, all’angolo con via Giusti, dove vivevano da soli. Una zona molto tranquilla e residenziale.

Poi l’uomo, Giancarlo V. di 83 anni, è uscito e si è presentato al Commissariato di San Giovanni in via Pietrapiana. Ha suonato il campanello verso le 8 e agli agenti quasi increduli ha raccontato il suo dramma. Poteva andare verso la questura, più vicina a casa, ma ha preferito camminare più a lungo, attraverso il centro deserto, e poi costituirsi.

Mentre l’uomo è stato trattenuto – molto provato ed in evidente stato confusionale ed emotivo – al posto di polizia, agenti della squadra mobile si sono precipitati in Borgo Pinti dove hanno trovato la tragico conferma a quanto era stato detto. Sul posto anche il medico del 118 che non ha potuto che confermare il decesso della signora Nella.

Le indagini sono seguite dal pm di turno Christine Von Borries, che nelle prossime ore deciderà le misure da applicare al marito che, in considerazione dell’età e soprattutto delle circostanze del caso, potrebbe non essere mandato in carcere. L’omicidio resta, il dramma della disperazione pure.

AGGIORNAMENTO ORE 14:30

Il pubblico ministero Christine Von Borries ha disposto per Giancarlo V. gli arresti domiciliari in casa della figlia. Lunedì sarà svolta l’autopsia sul cadavere della moglie Nella. Durante la confessione alla polizia, a cui è seguito un interrogatorio con il magistrato, l’uomo non avrebbe parlato di particolari disagi economici o familiari né di uno stato di abbandono, ma si è concentrato sulla malattia della moglie con un repentino peggioramento della salute della moglie, sia sotto l’aspetto fisico che mentale.

Qualche giorno fa l’anziano aveva anche chiesto un intervento della Asl, che non ha però non avrebbe avuto il tempo materiale per intervenire. L’anziano è stato titolare di un negozio per la costruzione e la vendita di apparecchi ortopedici a Firenze.

 

omicidio, Polizia


Sandro Addario

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080