Volterra, Pasqua con rientro a casa per gli sfollati. Sos al governo: servono i 2 milioni per le mura

Dopo il crollo delle mura, gli sfollati delle case vicine possono tornare finalmente a casa
Dopo il crollo delle mura, gli sfollati delle case vicine possono tornare finalmente a casa

VOLTERRA – Fra stasera, venerdì 18 aprile, e domani, sabato 19, il sindaco di Volterra, Marco Buselli, farà rientrare nelle loro case le famiglie rimaste senza tetto a causa del crollo delle mura medievali. Sono stati, infatti, già eseguiti gli allacciamenti necessari per le fognature e le altre utenze.

Ieri sera, giovedì, il sindaco Buselli ha incontrato le famiglie sfollate per concordare le modalità di rientro. Il comune ringrazia i responsabili dei lavori, ingegneri Signorini architetto Occhipinti, per l’incredibile lavoro svolto nella messa in sicurezza totale degli edifici sullo strapiombo. Un grazie anche alle ditte che stanno eseguendo i lavori, con particolare riferimento alla Geo Alpi, veri e propri “angeli” che hanno impedito il peggio e a tutti coloro che hanno contributo con professionalità e tenacia alla gestione di una situazione molto complessa. In una nota, il sindaco Buseli ringrazia anche i Vigili del fuoco di Saline, le forze dell’ordine, Misericordia e Croce Rossa e, non certo per ultima, naturalmente la Regione Toscana.

Al governatore, Enrico Rossi, il sindaco di Volterra ha scritto per informarlo sui lavori di messa in sicurezza e sistemazione delle aree colpite dalle alluvioni e dai crolli dei mesi scorsi e anche per fargli sapere che le famiglie rimaste senza casa hanno finito la loro odissea. In particolare nella lettera si da conto dell’avvenuta messa in sicurezza dei palazzi esposti sullo strapiombo dovuto al crollo delle mura medievali e delle fasi successive che consisteranno nella restituzione delle abitazioni ai legittimi proprietari. Buselli ricorda come la Regione Toscana abbia immediatamente stanziato i primi tre milioni di euro necessari a far partire i cantieri e i lavori. Altrettanto si era impegnato a fare il Ministero per i Beni e le attività Culturali. Però, mentre il primo milione di euro sta per essere erogato, mancano ancora due milioni per portare a termine i lavori. Per questo l’Amministrazione comunale di Volterra ha chiesto a Rossi di fare istanza al Governo, ed in particolare al Ministro della Cultura, affinché i fondi vengano reperiti al più presto.

 

 

Crollo delle mura, volterra


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080