Elezioni, Pdci di Firenze bocciato da Roma: «No ad accordi con Nardella»

Elezioni comunali
Elezioni comunali

FIRENZE – Confronto serrato dentro il Partito dei comunisti italiani (Pdci) di Firenze, a meno di un mese dal voto per eleggere sindaco e consiglio comunale. Dopo la «scomunica» della segreteria regionale, arrivata nei giorni scorsi, sulla federazione del capoluogo toscano è calata anche quella della segreteria nazionale di Roma.

Il vertice del Pdci ha rimarcato in una nota “il giudizio estremamente negativo” sull’accordo raggiunto per le comunali con il candidato sindaco del Pd Dario Nardella, giudicato troppo vicino al suo predecessore e ora presidente del Consiglio Matteo Renzi. “Ad oggi – si legge nella nota – non ci sono gli elementi programmatici e politici per giustificare un’alleanza con un candidato sindaco che da sempre ha avallato le peggiori politiche dell’attuale presidente del Consiglio Renzi”.

I vertici nazionali del Pdci, quindi, nel far proprio il “giudizio negativo” dato dal comitato regionale toscano, ed evidenziando “i gravi errori di percorso e di sostanza da parte della federazione di Firenze”, guidata da Bernardo Croci, “si riservano dopo le elezioni amministrative di intraprendere tutte le iniziative politiche che si riterrà opportuno, valutando anche la messa in discussione dei gruppi dirigenti locali”.

Dario Nardella, Elezioni comunali 2014, pdci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080