Firenze, l’«altra» notte bianca: quella dei venditori abusivi di birra

La Polizia ha sequestrato il carico di due furgoni con casse di birra per la Notte Bianca
La Polizia ha sequestrato il carico di due furgoni con casse di birra per la Notte Bianca

FIRENZE – Professione venditore abusivo di birra. Un’altra faccia della Notte Bianca fiorentina che si è appena conclusa tra giovani ancora in strada alle 5 di mattina e un selciato lastricato di bottiglie rotte e pezzi di vetro su pavimentazioni storiche come quelle di piazza della Signoria e piazza Santa Croce. Una birra 3 euro, due birre 5 euro, una bottiglietta di acqua minerale 2,50 euro. Neanche al pur caro bar di un treno Frecciarossa.

Ore 01.00 Piazza della Signoria. Migliaia di persone in festa alla «discoteca» voluta sull’Arengario di palazzo Vecchio, con le statue e la facciata dello stesso palazzo avvolte da fasci di luce psichedeliche. Tra la folla si notano chiaramente alcune luci bianche sparse. Sono il segnale del carrello porta bibite, dove si può comprare birra e acqua. Naturalmente senza scontrino e pronti a eclissarsi velocemente, nonostante la calca, quando si sparge il tam-tam che una pattuglia di polizia, carabinieri o municipale sta arrivando. Come la fuga dei vu’ cumprà da un angolo di strada, salvo riapparire dopo poco con la stessa impertubabilità, come se nulla fosse.

Un venditore abusivo di birre in piazza Signoria
Un venditore abusivo di birre in piazza Signoria

Stanotte è andata diversamente per i conducenti di due furgoni, nuovi di zecca e con le insegne di un autonoleggio. Non sono sfuggiti agli occhi dei poliziotti in borghese dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, presenti nella zona di Santa Croce sotto la guida del vice questore aggiunto Roberto Sbenaglia. Per primo viene bloccato e controllato un furgone con circa 25 casse di birra. Dal secondo spuntano fuori almeno una cinquantina di casse, pronte per la consegna ai «carrellini luminosi» della piazza.

Ore 2.30 – Il secondo furgone è intercettato in via Ghibellina all’angolo con via delle Conce. Arrivano due volanti a bloccare ogni eventuale via di fuga. I due autisti, napoletani, sono sconcertati: «Marescià, non mi rovinate – supplica uno di loro – è la prima volta che vengo fermato» quasi avesse diritto ad una sorta di «abbuono». L’altro mostra la foto dei figli, non su un vecchio cartoncino nel portafoglio, ma nel più moderno e comodo IPhone: «Fatelo per loro, lasciateci andare via» supplica.

Non c’è spazio per trattative. Scatta il sequestro di tutta la merce, che viene caricata e portata in Questura. Come pure la sanzione amministrativa di 5000 euro a testa, per ciascuno di loro per vendita senza regolare licenza. Il furgone? Può fare ritorno verso Napoli, vuoto e senza incasso. Al prossimo giro, prima di arrivare a Firenze con le bibite «contrabbandate» , ci penseranno due volte. E cambieranno strada.

 

AGGIORNAMENTO ore 7.56

Complessivamente nella Notte Bianca 2014 da parte della Polizia fiorentina sono stati sanzionati 10 soggetti campani per vendita abusiva di birre in zona santa Croce e piazza Signoria. Sequestrate diverse centinaia di bottiglie con carrelli e vasche molte delle quali trovate in due furgoni noleggiati e parcheggiati in zona Santa Croce.  Ritirate 10 patenti per guida in stato di ebrezza: 6 con denuncia penale e 4 con sanzione amministrativa oltre a 1 auto sottoposta a sequestro. Otto infine le persone ricoverate in ospedale per intossicazione alcolica fine

 

AGGIORNAMENTO ore 13:30

Un'esibizione dei Funamboli in piazza Ognissanti
Un’esibizione dei Funamboli in piazza Ognissanti (foto Matteo Bovo)

Ottanta persone sono state accompagnate dal 118 nei pronto soccorso degli ospedali di Firenze nel corso della Notte Bianca appena trascorsa.   Un’aggressione al personale si è verificata all’ospedale di Santa Maria Nuova che ha subito la maggiore pressione: numerosi i pazienti ricoverati «per motivi legati all’abuso di alcol o all’assunzione di sostanze stupefacenti e in qualche caso anche per ferite in seguito a risse o leggere lesioni da arma da taglio». Lo rende noto la Asl di Firenze con una nota riferendo che nel pronto soccorso dello stesso ospedale c’è stato un episodio di aggressione al persone sanitario ed è stato necessario far intervenire le forze dell’ordine, e che altri quattro «episodi di intossicazione alcolica o overdose riconducibili appunto alla notte di baldoria» ai pronto soccorso degli ospedali di Ponte a Niccheri e Torregalli.

Secondo gli organizzatori la quinta edizione della Notte bianca di Firenze ha fatto registrare oltre 150.000 partecipanti, che si sono riversati nelle strade e nelle piazze di Firenze per seguire quasi 100 eventi, mentre i musei tenuti aperti hanno accolto 20.000 persone. Inoltre, i social network hanno collezionato oltre 9.000 «mi piace» per quanto riguarda la pagina ufficiale Facebook, 800 sono stati i «followers» di Twitter e 160 quelli su Instagram. Migliaia anche coloro che hanno seguito la diretta streaming dell’evento.

notte bianca, polizia di stato


Sandro Addario

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080