Nardella convoca d'urgenza la giunta comunale

Firenze, è omicidio colposo la morte della donna schiacciata dal ramo alle Cascine

di Redazione - - Primo piano, Top News

Il punto dove ieri sera un albero killer ha ucciso una donna che stava camminando

Il punto alle Cascine dove ieri sera un albero killer ha ucciso una donna che stava camminando

FIRENZE – A poche ore dalla tragedia del parco delle Cascine, la procura di Firenze ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti per omicidio colposo e lesioni colpose. Poco dopo le 22 di ieri, 27 giugno, un grosso ramo di un albero (un bagolaro) si è staccato crollando di schianto e uccidendo Donatella Mugnaini, 51 anni, e ferendo gravemente la sua nipotina di 2 anni, ora ricoverata in rianimazione all’ospedale pediatrico Meyer.

Il sindaco Dario Nardella ha convocato per oggi pomeriggio in via straordinaria la giunta per esaminare la questione. Ieri sera lo stesso Nardella si è recato immediatamente sul luogo della tragedia per verificare di persona la situazione e, poco dopo, sulla sua pagina Facebook aveva scritto poche righe di profondo cordoglio per la morte di Donatella Mugnaini e il ferimento della bambina.

La vigilanza sul parco delle Cascine spetta di competenza all’assessorato all’ambiente. Oggi una squadra di polizia giudiziaria dei Vigili del Fuoco ha effettuato rilievi e fotografie anche attraverso un’autoscala. Entro domani dovrebbe essere effettuato un nuovo sopralluogo tecnico anche in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, per esaminare lo stato di salute della pianta «killer» e controllare anche altri eventuali arbusti a rischio. Le risultanze saranno inviate al pubblico ministero Giuseppe Ledda che coordina le indagini.

Lunedì 30 giugno è previsto, alle 14.30 nel Salone de’ Dugento, il Consiglio comunale ed è facile prevedere che l’attenzione dei consiglieri, con relative interrogazioni al sindaco, sarà polarizzata dal dramma che si è consumato alle Cascine, nel tentativo di capirne le ragioni e, probabilmente, aprendo un dibattito sullo stato di manutenzione delle alberature del parco. Il Comune torna così in qualche modo al centro dell’attenzione a pochi giorni dalla pubblicazione delle motivazioni della sentenza della Corte d’Appello di Firenze per la morte di Veronica Locatelli, nel 2008, al Forte Belvedere; sentenza in base alla quale l’ex sindaco di Firenze Leonardo Domenici è stato condannato a dieci mesi di reclusione per omicidio colposo, in quanto accusato di non aver garantito le adeguate misure di sicurezza mentre il Forte veniva regolarmente aperto.

Il crollo del grosso ramo dell’albero alle Cascine, che ha ucciso Donatella Mugnaini e ferito gravemente la sua nipotina, è successo non lontano dal luogo dove, lo scorso 29 marzo, era improvvisamente venuto giù un albero gigante, vicino alle Piramidi. Il fatto di marzo accadde intorno alle 19 quando fortunatamente non stava transitando nessuno. Ieri sera, invece, le Cascine erano frequentate da molti fiorentini anche perché si svolgeva il Moving Florence Festival, con attività ludico-sportive programmate ogni giorno fino al 13 luglio. Il festival è stato subito sospeso.

 

 

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: