Immigrati, in Toscana cresce l’emergenza. Patto tra Regione e Prefetture

Il prefetto di Firenze Luigi Varratta
Un gruppo di migranti
Un gruppo di migranti

FIRENZE  – «Purtroppo siamo alle prese con grandi numeri, è una piena emergenza umanitaria che stiamo cercando di affrontare con grande impegno. Stiamo ricevendo tre chiamate alla settimana per i nuovi arrivi e non sappiamo quanti ne potranno ancora arrivare. Sicuramente si supererà la soglia dei 100-120 mila arrivi e in Toscana abbiamo già superato abbondantemente i numeri dell’emergenza Nord Africa di tre anni fa».

VARRATTA – Lo ha detto il prefetto di Firenze, Luigi Varratta, in occasione della firma di un protocollo con la Regione Toscana per fronteggiare l’emergenza degli arrivi straordinari di profughi. Presenti alla firma il vicepresidente della Regione Stefania Saccardi e l’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni.  “Sul territorio toscano – ha ricordato – sono presenti 1549 migranti con 80 che stanno per arrivare stasera. Sono partiti da Taranto e arriveranno in serata per essere distribuiti in tutte le province della regione. Siamo stati allertati per domani per altri arrivi, un centinaio, anche da Salerno”. Complessivamente, ha spiegato Varratta, “in Toscana ne sono arrivati 3000, e 1500 se ne sono gia’ andati. Gli ultimi che sono arrivati preferiscono rimanere”.

Il prefetto di Firenze Luigi Varratta
Il prefetto di Firenze Luigi Varratta

PROTOCOLLO – Il Protocollo siglato prevede l’impegno da parte della Regione a reperire, tra gli immobili di sua proprietà, quelli eventualmente non utilizzati ed immediatamente disponibili e concederli alla Prefettura di Firenze per destinarli all’accoglienza dei profughi.  Il documento prevede che la Regione si attivi in tal senso, chiedendo anche alle Asl un elenco di strutture idonee. Gli immobili verranno concessi alla Prefettura sulla base di uno schema di convenzione che avrà una durata non superiore ad un anno.  La Regione si è impegnata anche a coinvolgere enti ed associazioni del terzo settore che abbiano disponibilità di strutture idonee, a realizzare processi di qualificazione per operatori, pubblici e del terzo settore, impegnati nel sistema di accoglienza. “Come Regione Toscana – ha detto Stefania Saccardi – abbiamo ritenuto doveroso dare il nostro contributo. Oltre a coordinare, insieme al Prefetto, il Tavolo interistituzionale, e a tenere i contatti con i sindaci per reperire le strutture, abbiamo deciso di reperire strutture anche tra gli immobili della Regione. Noi siamo contrari alle grandi concentrazioni di persone – ha aggiunto – perché in questo modo si perde il valore del rapporto con la persona e la possiblità di dare inclusione sociale. Metteremo a disposizione immobili di 50-60 posti, per un totale di circa 350-400 posti”.

LIBIA – Secondo il prefetto “la situazione in Libia è quella che è, per cui ci aspettiamo che questo flusso straordinario possa ancora continuare per mesi e mesi. Quindi non abbiano previsioni per il futuro”.  Al 21 luglio 2014 i profughi accolti in Toscana erano 1.395. A questi se ne aggiungono altri 677 inseriti in percorsi di accoglienza nel sistema ordinario di accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati presenti in Toscana.

Il saggio comportamento del prefetto, l’impegno di tutte le forze della sicurezza, la piena e completa collaborazione della Regione, particolarmente attiva da sempre in questo settore, e di tutte le istituzioni coinvolte hanno consentito alla Toscana di far fronte, con fatica, agli arrivi finora registrati dall’altra sponda del Mediterraneo. Ma fino a quando potrà essere sostenuto questo immane sforzo organizzativo ed economico? Tanto più nell’assenza completa della neghittosa Europa. 

emergenza, migranti, prefetto, regione, Toscana

Commento

  • Italia,grazie ai suoi governi,fa la zoppicante addormentata in Europa,è invasa,ed il suo popolo non può difendersi, CHI PUÒ SCAPPI,vada via da qui,porti altrove i figli,e chi resta si prepari al peggio ,la storia insegna….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080