Skip to main content

Expo rurale 2014: l’agricoltura ci salverà. Dalla terra un nuovo umanesimo

E’ arrivato, a mio modo di vedere, il momento di lanciare il messaggio per un nuovo umanesimo: che parta dalla terra, dal ciclo della natura, dal mondo rurale.  E’ questa la sfida che la Regione lancia per la Toscana, terra a vocazione agricola e agroalimentare, con la IV edizione di  Expo rurale 2014, che prenderà il via giovedì 18 settembre alle Cascine.

Quest’anno abbiamo voluto mettere manifestazione al centro il binomio tra la sicurezza alimentare e la valorizzazione della conoscenza delle produzioni e tradizioni agroalimentari. Anche per guardare molto da vicino Expo 2015. Promuoviamo La Toscana come laboratorio del buon vivere, concetto che sarà diffuso  nel mondo anche attraverso Expo 2015 e sul quale da, anni, la Regione investe attraverso “Expo Rurale Toscana”, capace di coinvolgere tutti i mondi legati all’agricoltura. Agricoltura che è protagonista, perchè “rappresenta uno stile di vita diverso che mette al centro l’uomo”, riferendosi al paesaggio e al ruolo di custode che l’agricoltura riveste.

L’agricoltura, ma anche la cura di boschi e foreste, significa non solo economia, come tutte le attività che producono reddito, ma anche presidio del territorio, difesa dell’ambiente, della biodiversità e del paesaggio proprio grazie agli agricoltori che vivendo il territorio e lavorandolo se ne fanno custodi giorno dopo giorno. E’ l’agricoltura che ha mantenuto in maniera dinamica la terra che ci è stata consegnata, e in Toscana continueremo a fare questo, con un approccio dinamico, rivolto al futuro. Nel segno dell’innovazione.

 

 

agricoltura, expo 2015, expo rurale 2014, regione toscana


Gianni Salvadori

Assessore all'agricoltura della Regione Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741