Sconfitti gli indipendentisti (45%)

Scozia: resta nel Regno Unito. I no alla secessione vincono il referendum: 55%

di Paolo Padoin - - Politica

Edimburgo ha votato si

Edimburgo ha votato no

SCOZIA – Nel referendum scozzese per l’indipendenza i no hanno prevalso con un buon margine (55%), ma il si raggiunge il 45%. La Scozia resta dunque nel Regno Unito, ma il Governo Cameron dovrà tener conto di questo risultato. Respira l’Unione Europea, che temeva un successo degli indipendentisti, con reazioni a catena in altri Paesi, soprattutto in Spagna.

L’affluenza è stata un record assoluto, nei seggi si è recato quasi  il 90 per cento degli scozzesi; si erano iscritti alle liste in 4,2 milioni.

La capitale della Scozia, Edimburgo, ha detto  No all’indipendenza con il 61% dei voti. Il 39% ha invece votato Sì. Nicola Sturgeon, numero due del primo ministro scozzese, ha ammesso: «Sembra che potremmo non avere il si come io speravo».  Mentre il Si ha trionfato a Glasgow, più grande città della Scozia, confermando le aspettative. Il 53,5% ha votato per il Sì e il 46,5% per il No. Il presidente scozzese Alex Salmond ha commentato su Twitter questo risultato, parziale ma significativo, ringraziando quanti si sono spesi nella campagna per l’indipendenza.

Il primo ministro britannico David Cameron si è congratulato con Alistair Darling, leader della campagna per il No per il suo impegno. Cameron elogia Darling su Twitter per quella che definisce una campagna «ben combattuta». Ma ha dovuto riconoscere anche l’ampia percentuale che ha votato si e promette dunque maggiore autonomia alla Scozia. Ma, oltre alla promessa devolution per la Scozia, anche le altre tre nazioni del Regno Unito, Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, avranno nuovi poteri. «I diritti di questi elettori devono essere rispettati, difesi e aumentati. E’ assolutamente giusto che il nuovo accordo per la Scozia debba essere accompagnato da un nuovo accordo per
tutte le altre parti del Regno Unito». Ha affermato Cameron, e conoscendolo credo che dagli annunci passerà sicuramente ai fatti.

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: