Fra i bianconeri, Di Natale potrebbe partire dalla panchina

Fiorentina-Udinese (stasera alle 20.45, diretta tv su Mediaset premium e Sky): viola per vincere già nel primo tempo

di Niccolò Di Pietro - - Sport

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina

FIRENZE – «Concentriamoci sull’Udinese, se è lassù è per merito», attacca Montella nel pre partita di Fiorentina-Udinese, turno infrasettimanale di campionato di scena stasera alle 20.45 al Franchi. Diretta tv su Mediaset premium, canale Calcio5 sul 375 e Sky. «È una squadra che si adatta moltissimo all’avversario con individualità importantissime. Troveremo un avversario motivato, ma noi dovremo essere più motivati di loro».

In poche parole,  Montella vede due insidie per i viola che affrontano la terza in classifica. Le motivazioni, intanto: quelle che sono mancate nei primi tempi contro Milan e Lazio. Che hanno costretto la Fiorentina a dover rincorrere risultato e gioco e che sono una delle ragioni dell’instabilità dell’elettrocardiogramma viola. Fino ad ora due vittorie, quattro pareggi e due sconfitte. L’altra insidia, lo dice Montella, sarà un’Udinese che si adatterà al gioco della Fiorentina. Spesso la squadra viola ha sofferto in casa, contro le barricate di Genoa e Sassuolo o contro l’ostruzionismo della Lazio. I ritmi di gioco si abbassano e la viola non segna.

MONTELLA Per questo Montella farà con ogni probabilità conto sul 4-3-1-2, con la grande chance di Ilicic dietro le punte, per dare continuità al suo buon momento. «È un giocatore particolare dalle grandi potenzialità. – dice dello sloveno il suo allenatore – Ha qualità tecniche elevate, la postura non lo aiuta, il nostro compito è farlo rendere sempre al massimo. Ha bisogno di fiducia, ce l’ha da parte della società e del gruppo, chiedo che gli possa essere data anche da parte di chi guarda la partita. La fiducia però non si può dare a priori, lui lo deve capire e deve fare un salto di qualità a livello mentale». Il pubblico è gentilmente invitato ad evitare l’accanimento, non avrebbe effetto terapeutico. Sorrisi a metà, per un’infermeria che non riesce a svuotarsi del tutto. Gómez? È in gruppo; ma domani non gioca. «È tornato in gruppo ieri. – le parole di Montella – Avrà bisogno di una decina di giorni di adattamento. Ci vuole calma e tempo, ma non nascondo che sono stuzzicato dall’idea di metterlo in campo». Certificato medico fresco di trasferta a San Siro per Matías Fernández. Il cileno soffre di una lesione al muscolo grande adduttore della coscia sinistra. Fuori anche l’altro cileno di squadra, Pizarro, che pure è rientrato ad allenarsi con il gruppo. A centrocampo si vedranno allora Aquilani, Valero e Vargas. Davanti Ilicic, con le due punte Cuadrado e Babacar. Dubbio in difesa. Squalificato Rodríguez, le opzioni sono due. Tomovic al centro, con l’inserimento di Richards sulla destra o l’esordio in campionato del nuovo acquisto Basanta.

UDINESE Dall’altro lato del campo un’Udinese che potrebbe fare a meno del bomber Di Natale, a lungo corteggiato dalla Fiorentina in passato, in un’ottica di turn over. Montella scherza ma ci spera: «Totò supererà presto Baggio nei gol segnati, ma spero lo faccia più avanti. Domani comunque credo che possa partire dalla panchina». Dovesse partire dalla panchina Di Natale, sarebbe pronto Muriel. Stramaccioni ritrova Badu, che potrebbe riprendersi il posto da titolare a centrocampo, insieme a Pinzi ed Allan. Kone più avanzato, con Muriel e la punta Théréau. Davanti alla porta di Karnezis, difesa a quattro con Widmer, Heurtaux, Danilo e Pasquale. Stramaccioni, appena diventato papà di Giulio, scherza nelle dichiarazioni con il suo amico Montella. La chiave per risolvere la partita? La fornisce lo stesso allenatore dell’Udinese: «La Fiorentina ha i migliori tiratori dalla distanza di tutta la serie A: Ilicic, Babacar, Borja Valero e Cuadrado. Per questo motivo sono pericolosi anche senza entrare in area di rigore, dovremo stare molto attenti».

LE PROBABILI FORMAZIONI

FIORENTINA: 4-3-1-2 Neto – Richards, Tomovic, Savic, Pasqual – Valero, Aquilani, Vargas – Ilicic, Cuadrado, Babacar

UDINESE: 4-3-2-1 Karnezis – Widmer, Heurtaux, Danilo, Pasquale – Pinzi, Allan, Badu, Kone – Théréau, Muriel

Arbitro: Massa

 

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: