Sono coordinati dalla scuola superiore Sant'Anna di Pisa

Salute, Toscana: due progetti per proteggere il cuore basati sull’uva sangiovese e sul pane.

di Rebecca Romoli - - Cronaca, Economia

La Scuola Superiore Sant'Anna

La Scuola Superiore Sant’Anna

PISA – Una dieta per proteggere il cuore? Ci hanno pensato due progetti, finanziati dall’Assessorato Regionale alla Salute, coordinati dalla Scuola Superiore Sant’Anna all’interno del primo Bando nutraceutico. Alimenti che non posso assolutamente mancare all’interno della dieta. Uva, vitigno Sangiovese, il pane preparato con farine di grano tenero, tutto però assolutamente toscano.

Il primo dei due progetti è dedicato all’uva Sangiovese che. come spiega il direttore dell’istituto Scienze della Vita Mario Enrico Pè, “hanno proprietà cardioprotettive”. Pè che è anche il responsabile del progetto sottolinea anche che l’approccio con cui le proprietà delle bacche saranno studiate è “innovativo e interdisciplinare e coniugherà approcci tecnologici di diversa natura”. Lo studio delle proprietà cardioprotettive delle bacche dell’uva sangiovese permetteranno di valorizzare al meglio gli aspetti salutistici dell’uva toscana. Dalla prestigiosa scuola di studi e perfezionamento post universitario fanno sapere che questo progetto ha suscitato molto interesse, non solo di istituzioni scientifiche e mediche ma anche da parte di un’azienda vinicola a Greve in Chianti in provincia di Firenze.

L’altro studio, invece, riguarda sempre la proprietà cardioprotettive ma questa volta di una varietà di frumento di grano tenero coltivato nella nostra regione.

“Le sue farine – dice Vincenzo Lionetti, medico ricercatore della Scuola Sant’Anna – saranno utilizzate per produrre un pane capace di coniugare i sapori dell’antica tradizione panificatoria toscana con la ricerca più avanzata applicata alla salute per il cuore. Questo pane si candida a diventare il ‘nuovo cavallo di Troia’ per veicolare un corredo di principi attivi salutari, finora sottovalutati”. Interesse anche su questo progetto che vedrà il coinvolgimento dell’istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna e di due realtà industriali regionali: il Molino Giambastiano di Lucca e il Consorzio Pane Toscano di Livorno.

Tag:, , , ,

Rebecca Romoli

Rebecca Romoli

Giornalista
rebecca.romoli@gmail.com

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.