La coppia tutta tedesca intriga l'allenatore

Verona-Fiorentina (oggi alle 15, diretta tv su Sky e Mediaset Premium): Gomez-Marin nuovo tandem d’attacco di Montella

di Massimiliano Mugnaini - - Primo piano

Mario Gomez domani sarà titolare a Verona

Mario Gomez domani sarà titolare a Verona

FIRENZE. E’ il momento di Mario Gomez. Lo certifica anche Vincenzo Montella nella conferenza stampa che precede la trasferta di Verona (domani ore 14, diretta su Sky e Mediaset Premium). Il dubbio, semmai, può riguardare il partner del tedesco perché il tecnico anticipa di non vedere Babacar largo: potrebbe toccare allo scalpitante Marko Marin ma anche a Ilicic nonostante la polemica con i tifosi durante la sfida con il Napoli.

GOMEZ. Punto fermo, dunque, l’ex Bayern. «Gomez sta bene, soprattutto in questi ultimi 10-15 giorni. Domani giocherà partendo dall’inizio. Babacar? si adatta male sulla fascia, vedremo poi domani come giocheremo». Una sorta di mezza bocciatura, dunque, per il senegalese che in caso di 3-5-2 (il modulo più probabile per domani) potrebbe partire dalla panchina nonostante l’ottimo inizio di stagione.

BABACAR. «Sta facendo grandissime cose: ha grande disponibilità. Può diventare un campione ma deve crescere nella testa e su questo deve lavorare tanto, per sua fortuna. Da parte sua c’è tanta voglia di diventare un campione. Deve migliorare nell’attenzione durante la partita. Con lui lavoriamo nello stesso modo in cui lavoriamo con altri».

MARIN. Ed ecco quindi la candidatura di Marko Marin, che però non è mai partito da titolare. «Sta molto molto meglio: ci dà molte soluzioni perché può giocare come seconda punta e può svariare su tutto l’attacco. Lui sostituto di Rossi? Come caratteristiche sì, come finalizzazione, no».

SENSAZIONI. Più in generale, Montella comunque è fiducioso. «Vedo grandi motivazioni, grande fiducia, ottimismo e determinazione. Queste cose mi lasciano particolarmente sereno in vista della gara di domani. C’è grande coesione per riprendersi da questo momento difficile. Siamo carichi».

DELLA VALLE. Anche perché altri passi falsi sarebbero difficilmente sopportati. Lo ha fatto capire pure il patròn Andrea Della Valle che in questi giorni è stato comunque molto vicino alla squadra, partecipando anche a una cena collettiva. «Il presidente ogni anno fa spesso un paio di cene con tutti noi. C’era armonia, è stato un ritrovo che serviva», commenta l’allenatore.

FORMAZIONE. Che,  a parte Gomez, non dà altre anticipazioni di formazione, limitandosi a rivelare che tutti i giocatori reduci dalle nazionali stanno bene nonostante Vargas accusi un po’ di stanchezza. «Ma dovranno essere i giocatori più rappresentativi a tirare su i compagni», lancia una sorta di messaggio ai vari Borja Valero e Gonzalo Rodriguez.

CONTE. Infine, una battuta sul Ct Conte che in settimana ha chiesto più attenzione verso la Nazionale da parte di tutti. «Con Antonio  ho un grande rapporto che parte da lontano, lo stimo come come allenatore e come persona, ma bisogna capire cosa vuole fare. Ognuno tira l’acqua al suo mulino ma ha la mia massima disponibilita’ per qualsiasi evento» conclude Montella riferendosi all’incontro che a breve potrebbe esserci a Coverciano tra Conte e tutti gli allenatori di serie A.

Tag:, , ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Giornalista

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.