«Benvenuti in casa Gori», dieci personaggi un solo attore

Alessandro Benvenuti 1
Alessandro Benvenuti
Alessandro Benvenuti

FIRENZE – Alessandro Benvenuti torna a interpretare i dieci personaggi del suo «Benvenuti in casa Gori» al Teatro di Rifredi, dove debuttò nel lontano 1986.

Una grande prova attoriale, che il pubblico premiò affollando le molte repliche. Visto il successo del personaggio e della storia scritta a quattro mani con Ugo Chiti, Benvenuti nel 1990 ne trasse un film con un manipolo di comici sceltissimi (comprendente la caustica e bravissima Athina Cenci, sua compagna nel trio dei «Giancattivi» con Francesco Nuti, che al film partecipò come produttore). Anche il film divenne popolarissimo e, come lo spettacolo teatrale, ebbe pure un sequel («Ritorno in casa Gori», 1996).

Un successo senza fine, un pezzo di storia del teatro nostrano; un sincero e tellurico sproloquio che è un atto d’amore verso la Toscana, i suoi scherzi, le sue zingarate, la sua irascibilità lesta a esplodere e ancor più a sdrammatizzarsi nella risata.

Riassume così la trama lo stesso attore-autore: «”Benvenuti in casa Gori” è la cronaca di un pranzo di Natale realmente accaduto il 25 Dicembre del 1986 in casa della famiglia Gori, domiciliata in Pontassieve. Quel giorno santo, intorno al desco si ritrovano riuniti in dieci: il novantenne Annibale Papini, il capofamiglia Gino Gori, sua moglie Adele e il loro figlio Danilo, Cinzia, la di lui fidanzata, Bruna, secondogenita di Annibale, Libero, suo marito, Sandra, la loro figlia; Luciano, marito di quest’ultima e la piccola Samantha (il th è importante) di due anni, frutto del matrimonio di Sandra e Luciano. Via etere, avrebbe dovuto essere presente anche Carol Wojtyla, ma quel giorno il Santo Padre, strano a dirsi, si fece attendere in televisione più del dovuto. E fu proprio aspettando l'”Urbi et Orbi” che i dieci, in mancanza di un’alternativa ragionata, non poterono fare a meno di ingannare il tempo tirando fuori il catalogo dei loro problemi esistenziali. Per un fortunato caso quel Natale mi trovavo a Pontassieve e in visita alla famiglia Gori. Fu così che alle prime avvisaglie dell’insolita piega che stava prendendo quella santa giornata pensai bene, come certi vampirelli talvolta usano fare, di prendere qualche appunto. Successivamente riportai ciò che avevo udito all’amico Ugo Chiti ed assieme, più o meno rispettosi degli ispiratori, abbiamo cercato di raccontare anche a voi quello che altri involontariamente avevano raccontato a noi». Una fanta-cronaca meno inverosimile di quanto un non toscano possa pensare…

 Teatro di Rifredi, via Vittorio Emanuele II 303, Firenze

da giovedì 4 a domenica 7 dicembre (feriali ore 21 – domenica ore 16.30)

Arca Azzurra Teatro presenta Alessandro Benvenuti in «Benvenuti in casa Gori», di Ugo Chiti e Alessandro Benvenuti; regia Alessandro Benvenuti

Info: 055/4220361 – www.toscanateatro.it

 

prosa, Teatro, Teatro di Rifredi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080