Skip to main content
Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano: «E’ imminente (gennaio?) la conclusione del mio mandato»

Napolitano torna a Firenze
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

ROMA – Dopo tante voci, indiscrezioni, anticipazioni, iniziano a delinearsi, una volta per tutte, i tempi delle dimissioni del Capo dello Stato. Non si conosce ancora la data esatta, ma di sicuro saranno presto. Non domani, ma nemmeno a primavera inoltrata come qualcuno sussurrava. Lo stesso Giorgio Napolitano ha affrontato l’argomento nel discorso di fronte ai diplomatici di tutto il mondo accreditati presso il Quirinale. Al cospetto di una platea del genere lo ha fatto in modo indiretto, soft, delicato. Gettando un inciso in mezzo ad una frase dedicata ad altri concetti.
 «La prossima fine di questo anno 2014 e l’imminente conclusione del mio mandato presidenziale inevitabilmente ci portano a svolgere alcune considerazioni sul periodo complesso e travagliato che stanno attraversando l’Italia, l’Europa ed il mondo», sono state le sue parole. Facendo capire con questo che è probabile che rassegni le sue dimissioni forse nel corso del prossimo mese di gennaio, non appena ci sarà stato il trapasso della titolarità della Presidenza del Consiglio europeo da parte dell’Italia e di Renzi. Il quale, dal canto suo, prendendo atto di questa dichiarazione del Capo dello Stato, ha affermato che questa volta la politica non ripeterà la figuraccia fatta in occasione dell’ultimo tentativo di elezione del Presidente. «L’Italia -ha detto – quando dovrà fare i conti con la sostituzione del presidente della Repubblica, non avrà alcun tipo di problema, perché credo che il Parlamento abbia imparato la lezione dell’aprile del 2013».   

dimissioni, napolitano, Quirinale, renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741