Scomparsa di Guerrina Piscaglia: padre Gratien dai pm di Arezzo lunedì 19 gennaio. Ma non dirà nulla

Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa a Badia Tedalda (Arezzo)
Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa a Badia Tedalda (Arezzo)

AREZZO – E’ stato fissato per lunedì 19 gennaio il nuovo interrogatorio per Padre Gratien Alabi, il religioso congolese indagato per la sparizione della 50enne Guerrina Piscaglia da Ca Raffaello, Badia Tedalda (Arezzo) lo scorso primo maggio. La Procura di Arezzo, che indaga sulla scomparsa della donna, ha ritenuto di dover convocare nuovamente il frate a cui, in aprile, scadrà la misura del divieto di espatrio. La difesa, rappresentata dall’avvocato Luca Fanfani, ha confermato che la linea difensiva non cambierà e che dunque Padre Gratien, in assenza di novità investigative, si avvarrà della facoltà di non rispondere. Il frate, sentito come testimone il 18 agosto e il 5 settembre (interrogatorio da cui uscì indagato), non ha rilasciato alcuna dichiarazione al momento spendibile in un eventuale processo. Il pm Marco Dioni, che conduce il caso insieme alla collega Ersilia Spena che tuttavia da domani sarà in forza alla procura per i minori di Firenze, punta molto sui riscontri che potrebbero arrivare dall’esame delle sim card e del computer sequestrati il 29 dicembre scorso a Perugia a Padre Gratien

Guerrina Piscagliia, padre gratien

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080