Le interviste di Fiorentina-Palermo

Andrea Della Valle: «Squadra pazza, ma stupenda». Montella: «Grande carattere»

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Montella cerca di riordinare la Fiorentina

Montella cerca di riordinare la Fiorentina

FIRENZE. Chissà cosa ha pensato Alino Diamanti – presente in tribuna assieme a Pepito Rossi – nel vedere la sua prossima squadra prima dominare, poi farsi clamorosamente riprendere e infine battere, ma con il cuore in gola, un non certo trascendentale Palermo. Di sicuro la sua fantasia potrà comunque far comodo nei prossimi impegni.

CARATTERE. Vincenzo Montella, comunque, guarda solo i lati positivi. «Nel momento di massima difficoltà la squadra ha avuto la forza di fare subito il 3-2. Dopo il 2-2, che è stato semplicemente un malinteso, ho pensato di avere Saturno contro come dice il mio oroscopo anche se non ci credo. La squadra è continua, manca solo la finalizzazione. Abbiamo rimesso a posto un po’ la classifica, vittoria importante anche per i tifosi che ultimamente abbiamo fatto soffrire troppo. Comunque siamo stati inferiore agli avversari soltanto in alcuni mezzi tempi».

SINGOLI. Poi, alcune valutazioni sui singoli giocatori. «Riguardo a Pasqual non ho mai avuto dubbi. Adesso sta bene fisicamente, è giusto che si goda questa giornata. Da Mario Gomez mi aspetto molto di più. Joaquin è un giocatore di talento vero che nell’ultimo periodo ha dimostrato di avere anche senso del sacrificio, si tratta di un giocatore fantastico. Hanno segnato 18 giocatori diversi solo perché ne abbiamo tanti in rosa».

MANCINI. Infine, una puntualizzazione sulla polemica sul fair play finanziario che l’Inter non rispetterebbe. A parte tutto, ieri ho fatto i complimenti all’Inter per gli acquisti, ci terrei a precisarlo. Per il resto, con Mancini ho un ottimo rapporto: dalla sede dell’Inter ci passerò tra una decina di anni quando lui non ci sarà più», scherza il tecnico viola.

ADV. Meno di buon umore e, soprattutto di fretta, Andrea Della Valle. «Pazza e stupenda Fiorentina. E’ stata una partita dominata. Son contento per tutti. Grande prova di carattere, godiamoci questo successo perché la squadra c’è», sibila il tecnico prima di scappare.

PRADE’. Più prolisso, Daniele Pradè. «Siamo una squadra che gioca al calcio, primo tempo da grandissima squadra. Purtroppo quest’anno non ci gira nulla a favore. Però contavano i 3 punti per i tifosi e per la squadra: sono arrivati e siamo felici. Importante aver rifatto subito il 3-2. Importantissimo essere stati assieme al presidente per 48 ore: ci dà senso di serenità e responsablità. Comunque siamo un gruppo coeso, in grado di fare molto bene. L’arrivo di Diamanti è importante anche sotto il profilo della personalità, è uno con caratteristiche che in pochi hanno».

MERCATO. Così, invece, il ds sulle future trattative nella sessione di gennaio. «Per Rosati siamo vicini ma ancora non abbiamo fatto nulla. Neto ce lo siamo messi alle spalle, è un capitolo di cui da oggi non vogliamo più parlare. Siamo invece ottimisti per gli altri rinnovi, ci stiamo lavorando. Dopo Diamanti non vogliamo fare altro mercato, siamo a posto così».

BORJA VALERO. Infine, una battuta anche di Borja Valero, apparso in grande ripresa alla vigilia del suo trentesimo compleanno. «E’ stata – ha detto – una vittoria sofferta, ma siamo contenti per le occasioni create. Dobbiamo trovare la giusta continuità per ritrovare la giusta fiducia. Gomez? Siamo con lui, siamo sicuri che presto tornerà a segnare». Se lo augurano anche Montella, ma a questo punto se lo augura un po’ tutta Firenze.

Tag:, , , ,

Massimiliano Mugnaini

Giornalista
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: