Operati i primi sei pazienti

Firenze: a Careggi i primi interventi di cataratta con il laser a femtosecondi

di Niccolò Di Pietro - - Cronaca

FIRENZE – È stato l’ospedale di Careggi a Firenze il primo ospedale pubblico dove sono stati realizzati interventi di cataratta con il laser a femtosecondi. Si tratta di una tecnica innovativa, il bisturi più preciso del mondo guidato da un computer. Già realizzati i primi sei interventi, su pazienti scelti per la complessità delle condizioni cliniche. A Careggi ogni anno vengono realizzati oltre tremila interventi di cataratta.

La nuova tecnica permette una precisione notevolmente aumentata. Il laser tradizionale rilascia impulsi in nanosecondi (dieci alla meno nove), con i femtosecondi si passa ad impulsi molto più rapidi (dieci alla meno quindici). La novità sta nel fatto che il laser separa le cellule della cornea e del cristallino e non le taglia. Apre con precisione micrometrica la capsula del cristallino e divide in maniera non invasiva il nucleo della cataratta. Precisione e rapidità di esecuzione. Con la nuova tecnica è sufficiente un tempo di esecuzione di alcuni istanti, per quella che è la fase operatoria precedente all’inserimento del cristallino artificiale.

Il laser a femtosecondi agisce attraversando il tessuto corneale senza danneggiarlo fino ad una determinata profondità, tra i 90 ed i 140 micron. Dove un micron corrisponde ad un millesimo di millimetro. Una precisione impossibile da raggiungere con gli strumenti meccanici. Per eseguire l’operazione si effettuano in ambulatorio, il giorno precedente l’intervento, le misurazioni per l’incisione. Quindi in sala operatoria è il computer a guidare il laser. Si può paragonare il sistema a quello dei navigatori satellitari: il chirurgo si orienta nel percorso millimetrico dell’incisione, tracciato dal computer, con immagini virtuali integrate con quelle del microscopio operatorio. Il numero dei pazienti operati con questa tecnica è destinato a salire.

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: