Dalla prossima stagione allo stabilimento Piero

Forte dei Marmi: arriva il bagnino robot. Dovrebbe garantire soccorsi più rapidi

di Niccolò Di Pietro - - Cronaca

Un drone bagnino

Un drone bagnino

FORTE DEI MARMI  – Un bagnino robotico è in arrivo sulle spiagge versiliesi dalla prossima stagione estiva. Saranno gli ospiti del bagno Piero di Forte dei Marmi i primi che potranno vedersi porgere il salvagente da un drone. Si tratta di una macchina in grado di raggiungere in volo la persona in difficoltà, in pochi secondi. Oltre al salvagente, il drone è equipaggiato di altoparlanti, in grado di trasmettere le voci dalla battigia. Addio dunque al bagnino in carne e ossa? Le bagnanti possono stare tranquille, potranno ancora subire il fascino del bagnino tradizionale. Il drone coadiuverà l’attività del bagnino, permettendo un intervento più tempestivo. «Non vogliamo sostituire il bagnino tradizionale – dice Roberto Santini, titolare del bagno Piero – perché, vista la professionalità dimostrata da sempre, è una figura indispensabile. Vogliamo dare un supporto in più per la riviera versiliese che intende essere all’avanguardia con i tempi. Abbiamo avuto anche il supporto del comune e della stessa Capitaneria di porto, quindi siamo fiduciosi e fra un paio di mesi proveremo a sperimentarlo».

DRONE È un brevetto anglo iraniano. I droni, che normalmente sono impiegati per effettuare riprese video o scattare foto dall’alto, adesso irrompono nel «sea rescue». Il robot è in grado di trasportare e sganciare in acqua più di un salvagente per ogni volo. Il principale vantaggio è una notevole riduzione del tempo impiegato per raggiungere la persona in difficoltà. Sull’iniziativa del titolare dello stabilimento balneare si è pronunciato anche il sindaco di Forte dei Marmi, Umberto Buratti: «È un progetto che accolgo favorevolmente, così come tutti quelli che hanno per obiettivo il miglioramento della sicurezza sul territorio. La nostra preoccupazione è la sicurezza non solo in volo ma anche a terra. È necessario che questo nuovo strumento rispetti tutti gli standard di sicurezza imposti dalla normativa vigente in materia e venga gestito da persone adeguatamente preparate e in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie.
Sono certo che possa essere un ulteriore servizio per la sicurezza dei nostri bagnanti». E quasi ad anticipare un probabile proliferare dei nuovi robot sul litorale della Versilia: «Confermo – sono ancora le parole del sindaco – che chiunque verrà trovato a telecomandare un drone non in regola negli spazi aerei del comune di Forte dei Marmi sarà sottoposto al sequestro del mezzo. Un provvedimento doveroso verso chi non rispetta le regole». In attesa della gara dei droni, il tradizionale palio dei bagni, la gara dei bagnini che si sfidano in pedalò a colpi di remi, è salvo.

 

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: