Gli intermediari finanziari dovranno comunicare i dati

Fisco: entra in funzione il Grande Fratello

di Redazione - - Cronaca

Agenzia delle Entrate 625x350

 

ROMA – Presto il fisco avrà a disposizione i dati finanziari sul 2013 e 2014 dei contribuenti. L’Agenzia delle Entrate ha fissato le date entro le quali banche e intermediari dovranno comunicare al fisco i dati 2013, entro il 29 maggio quelli del 2014 e poi, dal 15 febbraio 2016, le informazioni dell’anno precedente.

Banche, Poste, Assicurazioni, Sim e tutti gli intermediari finanziari dovranno presto alimentare la Banca Dati del fisco con dati aggiornati. L’archivio sarà blindato secondo regole di sicurezza e privacy: conti correnti, depositi, ma anche contratti derivati, fondi pensioni, ricariche telefoniche, carte di credito e acquisti di oro e preziosi. In particolare gli intermediari devono inviare il codice identificativo del rapporto, il saldo di inizio e fine anno, l’importo totale dei movimenti attivi e passivi dell’anno.

Sulla base di questi dati il fisco creerà «liste selettive» per effettuare con maggiore velocità i controlli fiscali risalendo alle «posizioni» finanziarie per i singoli contribuenti. Ma come al solito gli evasori e chi porta i quattrini all’estero resteranno esclusi anche da questi controlli. E ad andarci di mezzo saranno sempre i soliti noti. Altro fumo negli occhi, come da abitudine renziana.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.