Skip to main content

Multe, Firenze: crollano gli incassi nel 2014, ma Palazzo Vecchio è secondo in Italia per sanzioni sugli automobilisti

Autovelox
Autovelox

FIRENZE – Strano ma vero, a fronte di aumenti rilevanti di tasse e tariffe locali attuati negli ultimi cinque anni da Regioni e Comuni, è diminuita invece la voce d’entrata che tradizionalmente aiutava gli enti locali a far cassa: le contravvenzioni stradali. Il bilancio di queste ultime nel 2014 ha infatti raggiunto il minimo storico. Ne fa fede una rilevazione pubblicata dal Sole 24 Ore. Ma i fiorentini restano fra gli automobilisti più sanzionati d’Italia.

MILANO – Milano è l`unica grande città in controtendenza, e nel 2014 ha consolidato il proprio primato di metropoli delle multe aumentando del 6,2% gli incassi rispetto allo scorso anno. Firenze, regina in passato, scende appena un po’ di livello in cifra assoluta d’incassi, ma non in classifica, conservando un  secondo posto non piacevole per gli automobilisti. La nostra città denota incassi in flessione del 3,5%, mentre il -30,8% registrato a Bologna allontana il capoluogo emiliano dal terzo posto, soppiantato da Parma che perde un po` meno (-9,4%).

TOSCANA – In Toscana primeggia Firenze con un incasso 2014 di 33,1 milioni di euro (140,4 euro per ogni patentato), con una diminuzione però del 14,2% rispetto al 2013. Segue Pisa, che si piazza al 6 posto della classifica generale, con un incasso totale di 5,9 milioni di euro (101,1 euro per ogni patentato), e una diminuzione rispetto al 2013 del 9,4%. Quindi Pistoia, 14.ma con 4,4 milioni (75 euro per ogni patentato), in diminuzione del 19,5% rispetto al 2013. Lucca, 18.ma con 3,8 milioni (66,9 euro per ogni patentato), in diminuzione del 2,2%. A Siena invece, che si piazza 29.ma con 1,9 milioni (53,1 euro per ogni patentato), l’incasso è aumentato del 4,7% rispetto al 2013. Idem a Prato, 30.ma con 6,3 milioni (52 euro per ogni patentato), dove l’aumento è stato del 7,5%. Livorno, 31.ma, incassa 5,3 milioni (50,7 per ogni patentato) con un decremento del 17,7%. Arezzo, 37.ma, incassa 2,9 milioni (44,1 euro per ogni patentato), con diminuzione del 16,1%. Grosseto, 57.ma, incassa 1,8 milioni (34,1 euro per ogni patentato), in diminuzione del 25,9%. Infine Massa, 83.ma, ha aumentato gli incassi a 0,9 milioni (19,4 euro per ogni patentato), con un +7,7% rispetto al 2013.

INCASSI – Nel 2014 i sindaci. da Roma al più piccolo Comune, hanno incassato dagli automobilisti 1,2 miliardi,  lontani dagli incassi degli anni passati, quando complessivamente si arrivava ad una cifra complessiva di 1,5 miliardi di euro.

Ma già i sindaci sono partiti alla controffensiva e chiedono gli straordinari ai vigili urbani per fare cassa. Secondo un’indagine dell’Adnkronos sui bilanci dei comuni italiani, gli incassi stimati per il 2015, dopo la flessione citata, torneranno a salire, con un incremento medio di oltre il 20% della cifra indicata per il 2014. Gli automobilisti si debbono preparare dunque a porre mano al portafoglio.

2014, incassi, multe


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741