In un palazzo di via de' Pandolfini

Firenze, furto in casa a due studentesse: loro ascoltano musica e non si accorgono di nulla

di Niccolò Di Pietro - - Cronaca

Servizi notturni di controllo della Polizia

La polizia ha pedinato le ladre e le ha colte sul fatto

 

FIRENZE – Ascoltavano musica, avevano le cuffie nelle orecchie e non si sono accorte di nulla. Così le ladre sono entrate e uscite dall’appartamento, indisturbate. A commettere il furto, nei giorni scorsi, due ragazze slave, di 18 e 20 anni; a subirlo, due ragazze statunitensi, a Firenze per motivi di studio.

E in questo caso le giovani americani possono ritenersi fortunate. Le due ragazze slave sono state infatti sorprese e arrestate dalla polizia ferroviaria, e già processate per direttissima. Il furto è avvenuto in una casa di via de’ Pandolfini, in centro storico.

Alcuni poliziotti avevano notato vicino alla stazione di Santa Maria Novella le due giovani slave, una delle quali conosciuta per reati contro il patrimonio, che con passo svelto, si erano incamminate verso il centro. Gli agenti le hanno pedinate e sono arrivati fino a via de’ Pandolfini.

Lì le giovani sono entrate e uscite da un palazzo. Notati segni di effrazione, gli agenti sono risaliti all’appartamento al secondo piano, dove la porta era stata forzata. E si sono trovati di fronte alla meraviglia delle studentesse americane che non si erano accorte del furto appena realizzato in casa loro. Le due giovani slave avevano portato via un giubbotto lasciato appeso vicino all’ingresso. La polizia è riuscita a fermarle e a recuperare il magro bottino: nelle tasche del giubbotto c’erano contanti e una lastra di plastica, utile per aprire le porte.

 

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: