Skip to main content

Sesto Fiorentino, per il sindaco renziano Sara Biagiotti mozione di sfiducia dal Pd

Sara Biagiotti, sindaco di Sesto Fiorentino
Sara Biagiotti, sindaco di Sesto Fiorentino

SESTO FIORENTINO – Una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco renziano di Sesto Fiorentino, Sara Biagiotti, è stata presentata da 13 consiglieri della sua maggioranza. Contro Biagiotti, che è anche presidente di Anci Toscana, si sono schierati 8 consiglieri del Partito democratico – la maggioranza del gruppo, che ne conta 14 -, 4 di Sel e un ex M5S ora nel gruppo misto.

La mozione arriva in un clima di rottura tra Biagiotti e il Pd di Sesto Fiorentino che va avanti da molti mesi. Tempo fa, tra le polemiche, si era dimesso da capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Giulio Mariani; quindi, erano arrivate anche quelle della segretaria della federazione di Sesto, Camilla Sanquerin.

Al centro delle divisioni, i temi della realizzazione dell’inceneritore fiorentino in località Case Passerini (nel territorio di Sesto) e dell’ampliamento aeroportuale che insiste nell’area vicina. «Alla base di questa decisione – spiega oggi Mariani – c’è l’impossibilità di non poter politicamente andare avanti: dopo un anno di mandato Biagiotti, il risultato è completamente fallimentare.

L’attuale amministrazione è incapace di dare risposte ai cittadini, non ha un programma né la voglia di confrontarsi e condividere proposte e idee. Abbiamo dovuto adottare lo stesso approccio di Renzi con il governo Letta: se si fanno le riforme, bene, altrimenti si va a casa», ha concluso l’ex capogruppo. Biagiotti, con Maria Elena Boschi e Simona Bonafè, nel 2012 è stata nel coordinamento della campagna delle primarie per l’allora sindaco di Firenze Matteo Renzi.

matteo renzi, sara biagiotti, Sesto Fiorentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741