Fu grande interprete del ciclo salgariano

Cinema: a Kabir Bedi (Sandokan) le chiavi della città di Firenze

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Cultura, Eventi, Spettacolo

Kabir Bedi nei panni di Sandokan

Kabir Bedi nei panni di Sandokan

FIRENZE – L’attore indiano Kabir Bedi sarà l’ospite d’eccezione del 16° River to River Florence Indian Film Festival, unico festival italiano dedicato alla cinematografia indiana. In occasione della serata inaugurale del festival, domani, sabato 3 dicembre, al Cinema La Compagnia, alle 20.30, l’attore riceverà dal sindaco Dario Nardella le Chiavi della Città di Firenze, ovvero la riproduzione fedele delle chiavi delle antiche porte di Firenze.

Attore pluripremiato e con oltre 60 pellicole all’attivo (tra cui Khoon Bhari Maang di Rakesh Roshan con la diva Rekha) e altrettante collaborazioni televisive nelle più popolari serie tv (tra le molte ricordiamo Sandokan, La signora in giallo, Magnum P.I, Beautiful, General Hospital fino ad arrivare alla serie Rai Un medico in famiglia, accanto a Lino Banfi) Kabir Bedi è stato il primo attore indiano che da Bollywood si è poi affermato a Hollywood diventando star internazionale.

Kabir Bedi

Kabir Bedi

In oltre quarant’anni di carriera, Kabir Bedi ha collaborato con registi internazionali del calibro di John Glen nel film Octopussy – Operazione Piovra (dove interpreta l’antagonista di Roger Moore), di Richard Fleisher in Ashanti (dove Bedi è protagonista a fianco di Michael Caine), e di Marco Ponti nel film vincitore del premio David di Donatello A/R Andata+Ritorno.

Ma è grazie alla collaborazione con il regista Sergio Sollima, che lo ha diretto nel ciclo salgariano Sandokan e nel film Il Corsaro Nero, che Kabir Bedi deve la sua consacrazione al grande pubblico già dalla fine degli anni ’70. Il festival sarà inaugurato dalla prima italiana della commedia romantica campione di incassi in India ”Kapoor & Sons” del regista Shakun Batra. Il film, ritratto di una normale famiglia disfunzionale tra segreti, incomprensioni, bugie e tradimenti, sarà presentato al pubblico dall’attore protagonista Rajat Kapoor. Il River to River, unico festival in Italia interamente dedicato alla cinematografia indiana, è diretto da Selvaggia Velo e inserito nel cartellone della 50 Giorni; continuerà fino all’8 dicembre con 25 filmtra prime mondiali, europee e nazionali, da Bollywood alle web series, dal documentario al cinema indipendente.

 

 

Tag:, , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: