Delusione e scenari foschi dopo l'eliminazione

Paulo Sousa: «E’ colpa mia, chiedo scusa a Firenze». Corvino: «Il futuro dell’allenatore? Non ne parlo»

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport

Paulo Sousa

FIRENZE – Paulo Sousa parla con voce strozzata dall’emozione: «Chiedo scusa, a nome di tutto il gruppo, alla città e ai tifosi, noi lavoriamo non per dare tristezza ma gioia, Adesso siamo tutti tristi. Come dividere le responsabilità? Io sono il leader di questo gruppo quindi sono il maggior responsabile. Questa è una delle giornate più difficili da quando alleno. Esonero? Quando fai questo mestiere devi accettare ogni decisione della società». In conferenza stampa dopo il crollo contro il Borussia, l’allenatore della Fiorentina ribadisce la propria delusione e cerca di attenuare la rabbia dei tifosi, oltre che le colpe dei giocatori e ripete: «Il responsabile sono io». Scatta subito il totoallenatore: quello di Cesare Prandelli è il primo nome che viene fuori. Ma c’è chi vorrebbe Ranieri, appena licenziato dal Leicester. E Kalinic? Non è che dopo questo fallimento accetti in corsa di partire per la Cina? Tante le domande e pochissime le risposte.

Pantaleo Corvino

Poi, in una notte fra le più buie della storia della Fiorentina (a fine febbraio la squadra è fuori dalle coppe e ottava in campionato a sette punti dalla zona Uefa) precipitata in un vero fallimento, Pantaleo Corvino si presenta in sala stampa. Per manifestare l’amarezza sua e della proprietà. Gli chiedono se Paulo Sousa sarà esonerato. Non risponde alla domanda. Dice: «Non posso parlare del futuro. Non so. Faremo tante considerazioni. Vedremo… Eravamo in vantaggio di tre gol e siamo stati eliminati prendendo gol su quattro palle inattive. Non riesco a capacitarmi. Il calcio è fatto di momenti, questo gruppo veniva da 4 stagioni straordinarie. E’ finito un altro ciclo. E’ un fatto fisiologico. L’anno scorso questi giocatori erano primi in classifica! Non cerco colpevoli, faccio calcio da tanti anni, so che ci sono alti e bassi. Il futuro? Non so che cosa succederà, non so quale sarà il futuro dell’allenatore. Non penso che sarà esonerato. Però una serata come questa è veramente dura da digerire».

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: