Venerdì 31 marzo alle 20

Opera di Firenze: Riccardo Muti dirige l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Riccardo Muti all’Opera di Firenze (foto Silvia Lelli)

FIRENZE – Dopo il concerto privato per il G7 della Cultura, venerdì 31 marzo Riccardo Muti sale sul podio dell’Orchestra e del Coro del Maggio Musicale Fiorentino all’Opera di Firenze.

Non è tornato spesso alla guida dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino negli ultimi anni; l’ultima volta che era stato all’Opera di Firenze, nel 2014, aveva diretto la sua Orchestra Giovanile Cherubini.

Felicemente modificato, rispetto al primo annuncio, il programma, che ora coinvolge anche il Coro per lo «Stabat Mater» di Giuseppe Verdi, ovvero il secondo dei «Quattro pezzi sacri» incastonato fra  l’Ouverture dal «Guillaume Tell» di Gioachino Rossini (l’ultima opera scritta da Rossini per il teatro) e la «Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73» di Johannes Brahms (1877).

Si prospetta un grandissimo concerto. Unica nota dolente, il prezzo dei biglietti, dai 20 euro dei posti a visibilità limitata (finiti in meno di un’ora, quando è stata aperta la prevendita per tutti, dopo i giorni di prelazione per soci e abbonati) ai 250 del primo settore di platea. Proprio in platea (e solo lì) sono oggi ancora disponibili una sessantina di posti, a 125 (due soli), 200 o 250 euro.

Dopo questo concerto, ci sarà soltanto «La piramide di luce», spettacolo per ragazzi di Venti Lucenti dall’opera «Il flauto magico» di Wolfgang Amadeus Mozart, con tre repliche serali il 5, 6 e 7 aprile, e poi stop ai riflettori fino al 24 aprile, quando un concerto diretto da Zubin Mehta aprirà l’80° Maggio Musicale Fiorentino.

Opera di Firenze (Piazzale Vittorio Gui, 1)

Venerdì 31 marzo, ore 20

Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Riccardo Muti

Gioachino Rossini, Ouverture dal «Guillaume Tell», durata 12′ circa
Giuseppe Verdi, «Stabat Mater», durata 12′ circa
Johannes Brahms, «Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73», durata 45′ circa

Biglietti in vendita anche online sul sito dell’Opera di Firenze

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: