100 km del Passatore, Firenze-Faenza: Giorgio Calcaterra vince per la dodicesima volta. Nikolina Sustic: vittoria e record fra le donne

di Redazione - - Cronaca, Sport, Top News

Stampa Stampa

Giorgio Calcaterra taglia il traguardo per primo (è la dodicesima volta) nella 100 km del Passatore (Foto da Buon Senso Faenza)

FAENZA- Giorgio Calcaterra ha fatto 12: è riuscito a conquistare anche l’edizione 2017 della 100 km del Passatore Firenze-Faenza. Ed è stato festeggiato un’altra volta in Piazza del Popolo. Dal 2006 è sempre lui il dominatore incontrastato della classica cento chilometri.  Anche in questa occasione, l’atleta romano è scattato in testa prima di metà gara.  Ha superato il passo della Colla a 3 ore e 30 minuti dalla partenza di Firenze. Il tempo di Calcaterra, all’arrivo, è stato di 7:03:53. Ha tagliato il traguardo con  4’17” sul reggiano Andrea Zambelli. Terzo il francese Hervé Seitz. Vincitrice fra le donne Nikolina Sustic, con il tempo di 7:34:35, che rappresenta il nuovo record fra le donne nella 100 km del Passatore.

Dei 2.893 iscritti sono partiti in 2.705 (erano stati 2.655 nel 2016), in testa ai quali si sono lanciati Giorgio Calcaterra, Denis Capillo, Carlo Agostinetto e il francese Seitz, transitati a Fiesole (km 7,5) in 33’20”. Dopo di loro la croata Nikolina Sustic, a circa un minuto di distacco, seguita da diversi gruppetti, il primo dei quali formato da Andrea Zambelli, Laura Gotti, Marco D’Innocenti, Marija Vrajic, Stefano Velatta, Dominique Herzet, Mirco Gurioli ed Alessio Bozano, transitato con circa due minuti di distacco dal battistrada. A Vetta Le Croci (km 16,5) Calcaterra e Agostinetto sono passati dopo 1h13’36”, precedendo di 6” Seitz e di circa 2′ la Sustic, seguita, nell’arco di pochi minuti, da un gruppetto formato da Zambelli, Gotti, Serasini, D’Innocenti, Velatta, Bozano e Vrajic.

Fra le donne donne,  tre atlete nelle prime dodici posizioni. Dopo Vetta Le Croci, Calcaterra ha allungato sugli avversari, con Capillo entrato in difficoltà. A Borgo San Lorenzo (km 31,5), “re” Giorgio è passato in 2h9’25”, seguito 4′ dopo dal rimontante Seitz, da Agostinetto e Zambelli. Sustic precedeva una ravvicinatissima Gotti e, più staccato, un gruppetto con Serasini, D’Innocenti, Bozano e Vrajic. Poco prima di Ronta, a 3 km da Borgo San Lorenzo, Zambelli ha agganciato e superato Agostinetto. Al Passo della Colla di Casaglia (km 48) Calcaterra è passato per primo dopo 3 ore e mezza di gara, seguito a 4′ circa da Zambelli, a sua volta tallonato da Serasini, Seitz e Agostinetto, distanziati l’un l’altro di 1′ circa. Dopo oltre 11′ dal transito di “re” Giorgio è passata la Sustic, seguita a 2′ dalla rivale Gotti, la quale, in meno di duemila metri, al 50° km ha recuperato il distacco e superato la croata, confermando un incredibile stato di forma. A Marradi il vantaggio di Calcaterra su Zambelli e Seitz, che aveva superato Serasini lungo la discesa, aumentava. A San Cassiano è continuato il testa a testa tra Sustic e Gotti, con la croata che ha riguadagnato la testa della corsa, mentre Veronika Jurisic risaliva la china. A Brisighella il vantaggio dell’ultramaratoneta romano su Zambelli era di poco inferiore ai 5′ e di oltre 16′ su Seitz
Giorgio Calcaterra raggiungeva infine il traguardo accolto dal caloroso e festante pubblico di piazza del Popolo di Faenza.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.