Poco dopo si è suicidato

Manila: 37 morti nell’incendio di un resort. L’attacco di un uomo armato

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

MANILA – Un attentato perpetrato da un uomo armato ha causato la morte di trentasei persone, soffocate dal fumo. A causa dell’assalto armato di ieri sera (1.30 locali) da parte di una persona all’interno del casinò del Resorts World Manila, un grande centro commerciale con cinema, ristoranti, bar e casinò. Lo ha reso noto il capo della polizia metropolitana, Oscar Albayalde, spiegando che l’uomo, suicidatosi poco dopo, ha dato fuoco ad alcuni tavoli da gioco prima di fuggire via con una borsa piena di fiches. Nessuna delle vittime presenta ferite da arma da fuoco.

Subito dopo l’assalto è arrivata la rivendicazione dell’Isis. «Un combattente filippino dell’Isis, che riferisce da Marawi, dice che i soldati lupi solitari del Califfo sono responsabili dell’attacco al Resort World Manila». Lo ha scritto su Twitter Rita Katz, direttrice di Site, il sito che monitora il jihadismo sul web. Ore dopo la replica della polizia e del portavoce presidenziale, Ernesto Abella: «I fatti di Manila non hanno nulla a che vedere col terrorismo».

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.