Spettacolo tutte le sere salvo sabato 17

Firenze, la settimana del Maggio Musicale: con due opere, un musical e un concerto

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Musica, Top News

Stampa Stampa

«La congiura, Firenze 1478» di Riz Ortolani, in scena lunedì 12 e martedì 13 all’Opera di Firenze

FIRENZE – È iniziata la stagione estiva del Maggio Musicale Fiorentino e questa settimana c’è spettacolo tutte le sere escluso sabato 17: al chiuso (Opera di Firenze / Teatro del Maggio, Piazzale Vittorio Gui) con le ultime due repliche, lunedì 12 e martedì 13 alle 20.30, dell’opera-musical «La congiura, Firenze 1478» di Riz Ortolani, in una versione integrale non ancora presentata al pubblico. La congiura è, naturalmente, quella capeggiata nel 1478 da Franceschino de’ Pazzi, nella quale il giovane Giuliano perse la vita, mentre Lorenzo si salvò per un soffio (biglietti da 10 a 30 euro).

È questo l’ultimo spettacolo del Maggio in teatro fino a settembre. Da mercoledì 14 giugno a fine luglio la stagione estiva prosegue nel CORTILE DELL’AMMANNATI (Palazzo Pitti, Piazza Pitti), nel quale l’aria fresca che scende dal Giardino di Boboli assicura, almeno per ora, un notevole sollievo dall’afa cittadina.

Questa settimana, oltre a tre sere d’opera, ci sarà un concerto (mercoledì 14) dell’Orchestra Del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Michele Gamba. In programma l’Ouverture da Le Nozze di Figaro di Mozart, il Concerto per trombone e orchestra di Nino Rota e la Sinfonia n. 8 di Beethoven (biglietti da 10 a 40 euro).

Giovedì 15 alle 21.15, sempre nel cortile di Palazzo Pitti, replica della «Cenerentola» di Gioacchino Rossini L’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino sono diretti da Alessandro D’Agostini. Protagonista è José Maria Lo Monaco, Giorgio Caoduro è Dandini (ben esperto del ruolo, tant’è che alla prima è stato il più apprezzato dal pubblico), mentre le sorellastre sono le due ex-allieve dell’Accademia del Maggio Francesca Longari e Ana Victoria Pitts (nella foto, con Dandini travestito da principe). L’opera è un nuovo allestimento interamente curato dal Maggio, con la regia di Manu Lalli,  nota al pubblico per gli spettacoli di Venti lucenti che coinvolgono centinaia di bambini nella messinscena di opere in versione rivista per loro. Un po’ dell’atteggiamento abituale della regista rimane nella «Cenerentola» destinata al pubblico adulto, che, nonostante le dichiarazioni di voler sottolineare soprattutto il lato realista (notoriamente, nel libretto è assente la fata, sostituita dal saggio Alidoro), reintroduce vari elementi fiabeschi. Biglietti da 20 a 90 euro.

Venerdì 16 e domenica 18 alle 21.15, infine, torna «La Traviata» di Giuseppe Verdi nello stesso allestimento che si è visto l’anno scorso, ma con cast diverso. La regia di Alfredo Corno traspone l’azione al tempo della «Dolce vita» felliniana, cui si ispirano scene e costumi. L’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino sono diretti da Sebastiano Rolli; Violetta è Claudia Pavone, Alfredo Germont è Alessandro Scotto di Luzio e Giorgio Germont è Marcello Rosiello. Biglietti da 20 a 90 euro.

Opera di Firenze / TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO, lunedì 12 e martedì 13, ore 20.30 opera-musical «La congiura, Firenze 1478». Musiche: Riz Ortolani. Libretto: Riz Ortolani e Ugo Chiti. Liriche: Lorenzo Raggi e Mae Kroville. Regia e direzione artistica: Sandro Querci; coreografie: Fabrizio Angelini; direttore musicale: Roberto Gori; costumi: Stefano Nicolao; direzione scenografia e allestimenti: Leonardo Bonechi; assistenti alla regia: Giuseppe di Falco, Letizia Cirri, Giulia Bonuccelli; assistente alla coreografia: Daniela Gorella. Lorenzo il Magnifico: Luca Maggiore; Franceschino de’ Pazzi: Sandro Querci; Giuliano il Principe: Luca Giacomelli Ferrarini; Fioretta: Francesca Colapietro; Cencia: Silvia Querci; Pico della Mirandola: Cristian Ruiz; Fra’ Arlotto: Fabrizio Checcacci; Il poeta Pulci: Gabriele de Guglielmo; Jacopo de’ Pazzi: Marcopaolo Turci; Lucrezia: Elena Talenti; Clara: Serena Carradori. Biglietti da 15 a 30 euro (euro 10 con Maggio Card) in vendita anche online

CORTILE DELL’AMMANNATI (Palazzo Pitti, Piazza Pitti), mercoledì 14, ore 21.15: CONCERTO dell’ORCHESTRA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO diretta da MICHELE GAMBA. Wolfgang Amadeus Mozart, Ouverture da Le Nozze di Figaro – Nino Rota, Concerto per trombone e orchestra (Trombone: Fabiano Fiorenzani) – Ludwig van Beethoven, Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93

CORTILE DELL’AMMANNATI (Palazzo Pitti, Piazza Pitti), giovedì 15, ore 21.15: OPERA: LA CENERENTOLA di Gioachino Rossini. Direttore: Alessandro D’Agostini. Regia: Manu Lalli. Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino, Maestro del Coro: Lorenzo Fratini. Angelina, detta Cenerentola: José Maria Lo Monaco, Don Ramiro, principe di Salerno: Matteo Macchioni, Don Magnifico, barone di Montefiascone: Marco Filippo Romano, Dandini: Giorgio Caoduro, Alidoro: Mirco Palazzi, Clorinda: Francesca Longari, Tisbe: Ana Victoria Pitts

CORTILE DELL’AMMANNATI (Palazzo Pitti, Piazza Pitti), venerdì 16, ore 21.15 e domenica 18, ore 21.15: OPERA: LA TRAVIATA di Giuseppe Verdi. Direttore: Sebastiano Rolli. Regia: Alfredo Corno. Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino, Maestro del Coro: Lorenzo Fratini. Violetta: Claudia Pavone, Alfredo Germont: Alessandro Scotto di Luzio, Giorgio Germont: Marcello Rosiello.

Dettagli sui cast e sui prezzi, oltre che vendita di biglietti online, sul sito del Maggio Musicale Fiorentino. Da quest’anno è attiva la biglietteria anche a Palazzo Pitti, subito prima dello spettacolo all’entrata, ma anche di giorno (cassa del museo, in orario di apertura dello stesso).

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.