Toscana: sette località inquinate sulla costa, le verifiche della Goletta Verde

Goletta verde sulle coste italiane
Goletta verde sulle coste italiane
Goletta verde sulle coste italiane

FIRENZE – Sette punti delle coste toscane su 19 monitorati sono fortemente inquinati: a Marina di Carrara, alla foce del Carrione, a Massa, in località Partaccia, alla foce del torrente Lavello, nell”area di Livorno alla foce dello Scolmatore, a Piombino a Marina di Salvioli, a Follonica alla foce del fiume Gora, a Capoliveri in località Mola, a Marciana marittima in località Moletto di Pesce. È questo il bilancio del monitoraggio svolto in Toscana nelle aree più critiche del litorale dall’equipe tecnica di Goletta Verde, campagna di Legambiente dedicata all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane.

Secondo i numeri dell”associazione, la salute dei mari, anche quelli toscani, è sempre più a rischio a causa della cattiva depurazione, dei rifiuti galleggianti e spiaggiati e delle continue illegalità ambientali. I dati del dossier Mare Monstrum di Legambiente, basato sul lavoro delle Forze dell”ordine e delle Capitanerie di porto dicono che in Toscana , nel 2016 si sono registrate 1.097 infrazioni accertate (il 7% a livello nazionale), 1286 persone denunciate e arrestate e 182 sequestri effettuati si piazza al settimo posto nella classifica italiana del mare illegale. In pratica, oltre 3 reati accertati al giorno, 1,8 infrazioni per ogni chilometro di costa. Ad illustrare la situazione,  a Firenze in conferenza stampa è stato tra gli altri il presidente regionale di Legambiente Fausto Ferruzza,

coste, inquinamento, legambiente, toscane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080