Toscana: sette località inquinate sulla costa, le verifiche della Goletta Verde

Goletta verde sulle coste italiane
Goletta verde sulle coste italiane
Goletta verde sulle coste italiane

FIRENZE – Sette punti delle coste toscane su 19 monitorati sono fortemente inquinati: a Marina di Carrara, alla foce del Carrione, a Massa, in località Partaccia, alla foce del torrente Lavello, nell”area di Livorno alla foce dello Scolmatore, a Piombino a Marina di Salvioli, a Follonica alla foce del fiume Gora, a Capoliveri in località Mola, a Marciana marittima in località Moletto di Pesce. È questo il bilancio del monitoraggio svolto in Toscana nelle aree più critiche del litorale dall’equipe tecnica di Goletta Verde, campagna di Legambiente dedicata all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane.

Secondo i numeri dell”associazione, la salute dei mari, anche quelli toscani, è sempre più a rischio a causa della cattiva depurazione, dei rifiuti galleggianti e spiaggiati e delle continue illegalità ambientali. I dati del dossier Mare Monstrum di Legambiente, basato sul lavoro delle Forze dell”ordine e delle Capitanerie di porto dicono che in Toscana , nel 2016 si sono registrate 1.097 infrazioni accertate (il 7% a livello nazionale), 1286 persone denunciate e arrestate e 182 sequestri effettuati si piazza al settimo posto nella classifica italiana del mare illegale. In pratica, oltre 3 reati accertati al giorno, 1,8 infrazioni per ogni chilometro di costa. Ad illustrare la situazione,  a Firenze in conferenza stampa è stato tra gli altri il presidente regionale di Legambiente Fausto Ferruzza,

coste, inquinamento, legambiente, toscane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080