Importante incontro a casa della Merkel

Amburgo G20: confronto Trump – Putin – Europa, scontri fra polizia e manifestanti. Si discute di clima e terrorismo

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica, Top News

AMBURGO – Si apre oggi il G20, in programma il 7 e 8 luglio. Si ritrovano i 20 leader del mondo per discutere nuovamente di clima, commercio, immigrazione e terrorismo, dopo che di questi temi si era discusso nel recente G7 a Taormina, dove era emersa una profonda spaccatura fra Donald Trump e il resto dei partecipanti, soprattutto in tema di clima.Il presidente americano bloccò di fatto l’intesa tra i leader sul clima, rimettendo in discussione gli accordi di Parigi. Fu una prova di forza messa in atto dall’inquilino della Casa Bianca, andato a buon fine. La Merkel, dopo aver lasciato l’Italia in tutta fretta, usò parole che segnarono una lontananza mai registrata prima tra le due sponde dell’Atlantico: «I tempi in cui potevamo contare pienamente su altri sono in una certa misura finiti. È ora che l’Europa prenda il destino tra le sue mani». Adesso ci riprovano in 20, se non a trovare l’intesa ad avvicinare le posizioni, anche su altri temi delicati e importanti come i migranti, la difesa, la sicurezza comune, il terrorismo, il commercio.

Prima del vertice a ranghi commpatti è previsto però un importante incontro fra Donald Trump e Vladimir Putin, per risolvere le molte incomprensioni sorte di recente. Saranno con tutta probabilità presenti soltanto il segretario di Stato Usa Rex Tillerson e il ministro russo degli Esteri Sergei Lavrov -oltre ai traduttori , oltre, naturalmente, ai due capi di Stato.

Alla vigilia intanto sono scoppiati i temuti scontri fra manifestanti e forze dell’ordine. Quindici agenti sarebbero rimasti feriti nel corso della protesta. E’ quanto scrive, su twitter, la polizia di Amburgo. Tre di loro, secondo quanto si legge sull’account ufficiale della polizia tedesca, necessitano il ricovero in ospedale. Una delle lesioni agli occhi sarebbe stata provocata dall’esplosione di petardi. Nei disordini anche numerosi manifestanti sono rimasti feriti, alcuni anche in modo grave, secondo quanto riporta la Bild, che cita gli organizzatori delle proteste. Complessivamente sono almeno 50 le manifestazioni annunciate per il summit, con almeno centomila manifestanti attesi. Di questi, ottomila sono ritenuti potenzialmente violenti, soprattutto gli autonomi di sinistra provenienti da Italia e Grecia. Sono impegnati almeno 20mila addetti alla sicurezza, 15mila agenti di polizia locali, 3.800 federali e 2.500 dell’Anticrimine. Rigoroso il divieto di sorvolare la città: se i dissidenti dovessero ricorrere ai droni, questi sarebbero intercettati e riportati a terra.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: