Cosa fare di giorno e di sera

Week End 8-9 luglio a Firenze e Toscana: spettacoli del Maggio, feste, eventi

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Economia

Il Complesso di Santa Maria del Fiore e il Campanile di Giotto

Il Campanile di Giotto, dove sabato 8 alle ci sarà l’evento Giotto Bells con gli Ottoni del Maggio

FIRENZE

Roberto Bolle all’Opera – All’Opera di Firenze (Piazzale Vittorio Gui, 1) sabato 7 alle 20.30 ci sarà «Roberto Bolle and Friends», il gala di danza del celeberrimo Roberto Bolle. Come sempre l’Étoile della Scala – che è anche Principal Dancer dell’ABT di NY – non mancherà di coinvolgere alcuni tra i nomi più importanti del panorama tersicoreo internazionale per offrire al pubblico una serata di danza al suo massimo livello. Biglietti da 35 a 115 euro; per questo spettacolo il diritto di prevendita del 10% è incluso anche per gli acquisti online e non sono previste riduzioni.

Elisir d’amore a Palazzo Pitti – Debutta sabato 8 alle 21.15 nel cortile dell’Ammannati a Palazzo Pitti «L’elisir d’amore» di Gaetano Donizetti. Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino, Direttore: Giuseppe La Malfa, Maestro del Coro: Lorenzo Fratini. Adina: Anna Maria Sarra, Nemorino: Giuseppe Valentino Buzza, Belcore: Mario Cassi, Dulcamara: Bruno De Simone, Giannetta: Arianna Donadelli. Regia: Pier Francesco Maestrini (la stessa vista nella stagione 2016).  Biglietti da 20 a 90 euro in vendita anche online (senza diritti di prevendita) sul sito dell’Opera di Firenze.

Italian Brass Week – Il Festival «Italian Brass Week» giunge quest’anno alla sua diciottesima edizione. Da sabato 8 a domenica 16 luglio l’evento coinvolgerà docenti ed ospiti internazionali che saranno impegnati in una settimana di masterclasses, conferenze e concerti dedicati al mondo degli Ottoni. Concerto di apertura domenica 9 alle 21.15 nel Cortile di Palazzo Pitti con gli Ottoni del Maggio Musicale Fiorentino in un percorso musicale che va dal barocco ai giorni nostri, con musiche per ensemble di ottoni adattate o tratte da vari compositori; con gli Ottoni del Maggio ci sono i solisti Sergej Nakarjakov, Otto Sauter, Rex Richardson e Francisco Pacho Flores alle trombe, Luca Benucci e Frank Lloyd cai corni, Jamie Williams e Jonathan Reith ai tromboni, Steve Rosse e Roland Szentpali alle tube (ingresso 10 euro, prevendita anche sul sito dell’Opera di Firenze).  Il Campanile di Giotto sarà lo scenario dell’anteprima del Festival «Giotto Bells» sabato 8 alle 18 e ospiterà la prima esecuzione mondiale delle creazioni dei Maestri Michele Manganelli, Fabiano Fiorenzani e Cesare Valentini commissionatagli dal Festival stesso, al fine di celebrare musicalmente Giotto di Bondone, nel 750° anniversario dalla sua nascita. Gli Ottoni del Maggio Musicale Fiorentino, sotto la direzione del M° Alain Trudel, si uniranno alle Campane dell’opera architettonica giottesca fondendosi negli elementi del linguaggio del Maestro, in una creazione musicale tanto policroma quanto marmorea nella quale i vari timbri degli Ottoni si faranno interpreti del messaggio artistico dei compositori.

Banda dell’Esercito Italiano – Sabato 8 luglio alle 20, in piazza della Signoria, concerto aperto al pubblico della Banda dell’Esercito Italiano diretta da Antonella Bona, nell’ambito dell’11° Festival Musicale Fiorentino. La banda, a suon di musica, si muoverà all’interno del percorso piazza del Duomo, via dei Calzaiuoli, piazza della Signoria esibendosi in un programma che, nel corso dell’intera serata, prevede brani, tra gli altri, di Giuseppe Verdi, Nicola Piovani, Luis Bacalov, Giacomo Puccini. La Banda dell’Esercito è formata da esecutori diplomati al Conservatorio e reclutati tramite concorso nazionale. La sua esecuzione dell’Inno Nazionale Italiano, registrata nella versione fedele alla partitura originale di Novaro, è stata scelta ed inserita, tra i simboli della Repubblica, sul sito internet del Quirinale.

Festa Tanabata – A Villa Vogel (via delle Torri 23) sabato 8 e domenica 9 c’è la Festa Tanabata, ovvero la festa giapponese dei desideriorganizzata dall’associazione culturale Lailac. Due giorni di festa a ingresso gratuito per esprimere desideri e consultare l’oracolo della fortuna. Tanabata (settima notte) è una delle feste più amate in Giappone. Narra la leggenda che due giovani amanti vennero separati dalla Via Lattea: da allora i due innamorati possono incontrarsi solo una volta all’anno, esattamente il settimo giorno del settimo mese lunare del calendario lunisolare, ovvero il 7 luglio. Foglietti di carta con preghiere e desideri vengono appesi ai rami degli alberi. Le decorazioni tipiche sono sette, come sette è il mese e il giorno della festa, e ognuno ha la sua valenza simbolica: Kamigoromo, gli abiti di carta usati nelle sfilate e nelle parate; Senbazuru, file di origami; Tanzaku: strisce di carta dove scrivere poesie e desideri da appendere sugli alberi; Toami: reti come quelle da pesca per varie decorazioni; Kuzukago, cestini per la carta e bigliettini, Fukinagashi, strisce colorati penzolanti da ogni parte, e infine le Kinchaku, ovvero borsettine. Danze tipiche, arti marziali, cibo da strada giapponese; si può anche noleggiare uno yukata, il tradizionale kimono estivo.

Florence Dance Festival – Domenica 9 luglio alle 21.30 nel Cortile del Bargello (Via del Proconsolo, 4) per il «Florence Dance Festival»: Compagnie Vergari Ballet, Movimenti, coreografia di Angelo Vergari, omaggio a Ghiorgo Zafiropulo, musiche originali Michael Nyman, Antonio Vivaldi, Lindsey Stirling, Roger Subirana, Scabater, Xcyril, Cross over, video Herve La vigne,Theo Lavigne, danzatori Peter Agardi, Clara Cafiero, Manoah Michelot, Andreas Grimaldier, Marion Pincemaille, Camille Lebesque. Biglietti 20 / 15 euro. Info 055 2388606 – www.florencedancefestival.org. Prevendite: Circuito Box Office tel. 055.210804, www. boxol.it

Concerti di Toscana Classica – A Palazzo Medici Riccardi (via Cavour, 3) domenica 9 luglio alle 21 l’Orchestra di Toscana Classica: l’orchestra, composta da giovani musicisti formatisi nei conservatori e negli istituti musicali della regione, proporrà colonne sonore e brani ispirati all’American Dream: “Night of the American Dream” è il titolo del concerto. In programma brani e arie che hanno segnato la storia del cinema e del musical: “Il Padrino”, “C’era una volta in America”, “West Side Story”, “My Fair Lady”, “Il Pianista sull’oceano”…  Quindi autori come Leonard Bernstein, George Gershwin, Frederick Loewe, Hoagy Carmichael ma anche Ennio Morricone e Nino Rota, che da questa parte dell’oceano hanno contribuito a definire il sogno americano. Nel ruolo di solisti il tenore di origine russa Artemi Nagy, il soprano Sara Chirici, Alessio Cioni al pianoforte e la tromba di Raffaele Chieli. Biglietto 20 euro.

Fuori Jazz – Domenica 9 luglio continua Fuori Jazz, la rassegna che porta 10 appuntamenti con la musica live nella caffetteria del cinema La Compagnia (via Cavour 50/r), in collaborazione con Music Pool e Ditta Artigianale al Cinema. A partire dalle 22.00 sarà sul palco l’Alessandro Mazzieri Trio, formazione nata a Barcellona che propone brani originali nati dalla tradizione jazz per avventurarsi in esplorazioni moderne e inaspettate, con scenari timbrici sempre freschi. In formazione Gianluca Zanello al sax, Alessandro Mazzieri al basso e Jordi Pallares Barberà alla batteria. Ingresso libero. Info e prenotazioni: 055 2741541  | www.dittaartigianale.it | www.eventimusicpool.it | www.cinemalacompagnia.it

Spazi estivi – Al Fiorino sull’Arno (Lungarno Serristori – Ponte San Ninnolò) sabato 8 luglio alle 21.30 suona il trio Sertao, composto da Ettore Bonafé (percussioni, vibrafono), Amedeo Ronga (contrabbasso), Mino Cavallo (chitarre). All’Off bar alla Fortezza da Basso sabato 8 alle 21.30 canta Sandro Joyeux. Nel giardino del Teatro Puccini (via Tartini 1b) sabato 8 alle 18 «L’uovo del gigante» di Enrico Spinelli, spettacolo teatrale per bambini.

Cinema – Per «Nuovo Cinema Puccini Garden» (via Tartini 1b) sabato 8 alle 21.30 «Amy» di Asif Kapadia (GB 2015, 90′), la drammatica storia di Amy Winehouse; domenica 9 alle 21.30 «Song ‘e Napule» dei Manetti Bros (Ita 2013, 114’). Paco è un pianista diplomato al conservatorio ma, rimasto disoccupato, si arruola in polizia. Qui, viste le doti musicali, gli viene assegnato un compito delicato: infiltrarsi nella band di un cantante neomelodico per catturare un pericoloso camorrista. Ingresso libero. All’interno del giardino dalle 18 Griglieria del Mugello con specialità del Mugello, tortelli, pasta fatta in casa e altro.

Mostre – A Palazzo Strozzi dal 10 marzo al 23 luglio 2017 c’è «Bill Viola. Rinascimento elettronico». Una mostra che celebra il maestro statunitense della videoarte contemporanea in dialogo con i capolavori del Rinascimento. Una selezione di 26 opere, dalle prime sperimentazioni degli anni Settanta fino alle grandi installazioni successive al Duemila. Tutti i giorni inclusi i festivi 10-20. Giovedì: 10-23

Dopo Klimt, tocca a Leonardo, con la mostra-installazione «Da Vinci Experience», sorta di story telling per immagini dell’universo di Leonardo Da Vinci, ottenuta grazie alle multiproiezioni in video mapping, su nove grandi schermi e sulle architetture della navata di Santo Stefano al Ponte, di centinaia di immagini digitalizzate ad alta definizione, d’inserti video in full HD; sul tutto, una colonna sonora diffusa a 360° in Dolby surround. Fino a domenica 8 ottobre 2017.

Una selezione di pietre lavorate appartenute alla famiglia Medici, affiancata da un’esposizione di minerali naturali di rara bellezza provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, è in mostra al Museo di Storia naturale dell’Università di Firenze, meglio noto come La Specola (via Romana, 17 Firenze – 1° piano). La mostra si intitola «Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Natura» e resterà aperta fino al 31 dicembre. Il percorso ha inizio dalle origini del collezionismo rinascimentale per giungere  a mostrare la ricchezza scientifica ed estetica delle attuali collezioni mineralogiche del Museo. È esposta una selezione della collezione di pietre lavorate (coppe, vasi, oggetti ornamentali), per la maggior parte proveniente dal cosiddetto Tesoro dei Medici. La passione per l’arte dell’incisione di gemme e pietre dure, infatti, caratterizzò sempre la celebre dinastia, a cui si deve – per iniziativa di Ferdinando I – la fondazione dell’Opificio delle Pietre Dure nel 1588. Nell’esposizione alla Specola, fra gli altri preziosi oggetti, due coppe in diaspro e una coppa in giada nefrite appartenute a Lorenzo il Magnifico, come riporta l’incisione Laurmed. Ma anche la tazza in lapislazzuli a forma di conchiglia, citata dal Vasari, acquistata da Cosimo I nel 1563 dal celebre lapicida milanese Gasparo Miseroni o lo straordinario vaso a navicella in quarzo ialino, scavato e lavorato da un unico blocco, di manifattura fiorentina della fine del XVI secolo. Alcuni oggetti risalgono invece all’epoca lorenese, come la tabacchiera in malachite, montata in  oro, di manifattura spagnola, probabile dono per le nozze di Pietro Leopoldo di Lorena con Maria Luisa di Borbone. Orario: fino al 31 maggio da mart a dom. 9.30-16.30. Dal 1° giugno 10.30-17.30. € 6/3. Il biglietto comprende anche la visita alla Collezione Zoologica al 2° piano. Info e visite guidate: 055 2756444.

A Villa Bardini (Costa S. Giorgio, 2) dal 14 aprile al 9 luglio c’è «Nero su Nero. Da Fontana e Kounellis a Galliani». Curata da Vera Agosti, la mostra è una riflessione sull’uso del nero nella pittura e nella scultura italiana attraverso una selezione di 31 lavori di maestri rappresentativi dei principali momenti della storia dell’arte contemporanea italiana: lo Spazialismo con 5 tagli neri di Lucio Fontana e un’opera di Paolo Scheggi; l’Informale con un Catrame di Alberto Burri e un raffinato piatto; il Concettuale con Vincenzo Agnetti; l’Arte Povera con una grande scultura di Mario Ceroli e un lavoro di Jannis Kounellis. Spazio anche alla moda con il nero di Capucci in dialogo con tre lavori di Alberto Burri. E ancora, la Pop Art con quattro tele di Tano Festa e Franco Angeli, la Transavanguardia con il dipinto “La Monaca” di Enzo Cucchi; esposte inoltre opere di personalità singolari come Gino De Domincis e Nunzio; il gruppo degli Anacronisti e il Magico Primario è rappresentato da Omar Galliani.

Al Museo Stibbert (Via Federigo Stibbert, 26) fino al 10 settembre c’è la mostra «Robot fever: il samurai nell’era dei chogokin». Ingresso 8 euro.

Alla Galleria Santo Ficara (Via Ghibellina 164r) «PitturaBL.R.G.+B», personale di Pino Pinelli curata da Luca Beatrice che riunisce una selezione di opere realizzate principalmente con i colori primari, sia di grandi dimensioni come la disseminazione Pittura BL.R.G. (2010) di 45 elementi, sia di misure più contenute, che delineano in maniera significativa la ricerca di Pinelli dell’ultimo decennio. Fino al 30 luglio.

Fino al 1 ottobre c’è la mostra Ytalia, energia pensiero bellezza, promossa dal Comune di Firenze, organizzata da MUS.E e curata da Sergio Risaliti. Oltre cento opere alcuni dei maggiori artisti italiani del nostro tempo (Mario Merz, Giovanni Anselmo, Jannis Kounellis, Luciano Fabro, Giulio Paolini, Alighiero Boetti, Remo Salvadori, Gino De Dominicis, Mimmo Paladino, Marco Bagnoli, Nunzio, Domenico Bianchi) esposte al Forte di Belvedere (ingresso 3 euro) e in alcuni luoghi-simbolo della città (Palazzo Vecchio, Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi, Galleria Palatina, Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Complesso monumentale di Santa Croce, Museo Marino Marini, Museo Novecento).

Al Giardino di Boboli fino al 29 ottobre c’è «In Ordine Sparso», grande mostra di Helidon Xhixha che cerca di esplorare i concetti di caos e ordine attraverso una serie di imponenti sculture ed installazioni create con principi che vogliono essere affini alla sezione aurea.  L’artista è famoso per l’uso che fa dell’acciaio inox riflettente (un’opera è anche in Piazza San Firenze).

18 opere dello scultore Sauro Cavallini, spezzino di nascita, ma fiorentino e poi fiesolano d’adozione, hanno lasciato la casa-studio immersa negli olivi recentemente aperta alle visite e alle attività culturali, per dare vita ad artistiche “Intrusioni” (questo il nome della mostra diffusa) in alcuni dei luoghi simbolo dell’estate nel comune a nord di Firenze. Dal 15 giugno fino al 15 ottobre, 15 bozzetti in bronzo e ferro saranno ospitati all’interno del Museo Archeologico di Fiesole, un’opera in bronzo formata da due Titani inediti nel giardino antistante il Museo, mentre nella centrale Piazza Mino saranno collocate due grandi opere inedite, mai uscite dallo studio dell’artista.

Esordio italiano per l’artista tedesco Christian Achenbach (Siegen, 1978), che da sabato 1° luglio fino a lunedì 7 agosto espone per la prima volta in una mostra personale in Italia, nell’ambito di “Project Room”, la rassegna di arte contemporanea organizzata dalla Galleria Poggiali, in via Garibaldi 8 a Pietrasanta. Insieme a Jonas Burgert, con cui ha esposto in più di una circostanza, Christian Achenbach rappresenta la nuova generazione di artisti tedeschi protagonisti del ritorno alla pittura miscelando l’impatto visivo, l’evocazione del suono, la forza allucinatoria del colore.

SESTO FIORENTINO

Sabato 8 alle 19 Marco Gaggini si esibirà al clavicembalo a Villa Villoresi (Via Carlo Ciampi, 2 – Colonnata), nell’ambito di «Sesto Antiqua 2017», rassegna estiva di musica antica in programma nelle ville di Sesto Fiorentino sotto la direzione artistica della nota clavicembalista Alessandra Artifoni, docente presso i Conservatori B. Maderna di Cesena e Cherubini di Firenze, in collaborazione con la Scuola di Musica di Sesto Fiorentino, e con la partecipazione dell’Associazione Mesotonica e l’Associazione Musica InContro. La rassegna si chiuderà sabato 15 luglio, quando l’Ensemble Bassorilievi composto da Elisa Cozzini, Francesco Tomei e Federica Bianchi si esibirà dalle ore 21 a Villa di Doccia con un omaggio a G. Ph. Telemann. Ingresso libero.

FIESOLE (FI)

Sabato 8 luglio alle 21.30 al Teatro Romano di Fiesole (via Portigiani, 3) una leggenda della chitarra come Stanley Jordan incontra il mito della batteria Billy Cobham. Ai due artisti americani che hanno scritto un pezzo di storia del jazz, si unisce il bassista cileno Christian Gálvez. Dalla fine degli anni Sessanta Cobham ha rivoluzionato il modo di concepire le parti destinate alla batteria, apportando una forza creativa all’ambito ritmico ed assegnandogli una centralità senza precedenti. Ha raggiunto l’apice della fama a metà degli anni settanta divenendo uno dei musicisti più imitati nell’ambito jazz, fusion e rock. In carriera dal 1985, il virtuoso chitarrista Stanley Jordan rinnova e porta a massimi livelli una tecnica marginale, il “Touch” o “Tapping” che gli permette un uso pianistico dello strumento. Jordan non usa il plettro e non “pizzica”, ma ora “percuote” ora “tira” le corde fino a creare un sound unico ormai universalmente riconosciuto. Biglietti da 20 a 26 euro. Info: 055 240397 –  Prevendite online www.eventimusicpool.it  www.ticketone.it – Circuito regionale Box Office – 055 210804 www.boxol.it

BADIA A PASSIHNANO – TAVARNELLE V.P. (FI)

Sabato 8 alle 21.15 nel Chiostro dell’Abbazia di Badia a Passignano – Tavarnelle Val di Pesa (FI) appuntamento per ‘I Fiati all’Opera’ alla Badia di Passignano per la rassegna ‘I Concerti di Badia’. L’ensemble di strumenti a fiato protagonista di questo concerto è una delle formazioni cameristiche costituite dalle prime parti dell’Orchestra della Toscana. In questo programma il Quintetto a fiati dell’ORT propone un viaggio musicale attraverso alcune fra le più belle pagine del repertorio operistico – Don Giovanni, Le nozze di Figaro, Il Barbiere di Siviglia, Carmen, Gianni Schicchi, Tosca – trascritte per quintetto a fiato. L’attore trasformista Alessandro Riccioracconta in modo inusuale e accattivante alcuni aspetti della vita di compositori fra i più grandi della storia della musica. Biglietto intero € 15 ridotto € 10. Prenotazioni 333 43 28165.  Info tel. 055 2340710

LASTRA A SIGNA (FI)

Domenica 9 Luglio alle 21 in occasione di Tripetetolo in Festa, presso lo spazio estivo del Circolo Arci Le Due strade Tripetetolo (Via Livornese, 108, Lastra a Signa) Le Pazze Sul Fiume, ovvero la cantautrice e attrice Letizia Fuochi accompagnata da Federica Fabbri e Oretta Giunti, chitarra e batteria dei Rio Mezzanino, presentano «Arcipelago Ivan. Vita donne ed emozioni di Ivan Graziani» per raccontare Ivan Graziani, la sua scrittura, i suoi disegni, le sue canzoni. Alla fine degli anni Ottanta il cantautore abruzzese pubblicò un romanzo dalla prosa scarna, loquace e intensa, in cui tratteggiava – da disegnatore e caratterista quale era – personaggi e situazioni destinati a sbocciare nelle immagini delle sue canzoni: tre musiciste fiorentine recuperano oggi quelle suggestioni per ricostruire la trama che unisce le donne, la vita e le emozioni di Ivan Graziani. L’obiettivo è quello di cantare un percorso umano e musicale in una veste tutta al femminile: tre artiste – Letizia Fuochi – (cantautrice e attrice che si muove tra canzone, teatro e scrittura), Federica Fabbri e Oretta Giunti (chitarra e batteria dei Rio Mezzanino, dal 1997 affermata band fiorentina, nonché arrangiatrici incontentabili di ogni brano del progetto) ricercano nel rock acustico la sonorità più profonda della poesia. ingresso Libero

 SAN PIERO A SIEVE (FI)

A San Piero a Sieve sabato 8 luglio torna «Ingorgo Sonoro»: il centro storico si trasforma nella più grande discoteca a cielo aperto della Toscana, con 7 diverse postazioni, ognuna identificata da un genere musicale diverso, da quest’anno caratterizzata anche da un layout personalizzato che rimanderà all’ambientazione di una città del mondo, simbolo del sound proposto. Un vero e proprio giro del mondo in 7 consolle, dalla House di Berlino, al Soul Funk di Philadelphia fino alla Techno di Londra passando per l’Underground Stage di Amsterdam, i ritmi latini de L’Havana ed il live rock di Madrid. Altra grande novità sarà la collaborazione con Radio Fiesole, la storica emittente radiofonica fiorentina che animerà con i suoi Dj lo “Stage Ingorgo” in Piazza Colonna e trasmetterà in diretta sulle sue frequenze l’evento con animazione ed interviste. La kermesse quest’anno inizierà alle 18 con un AperIngorgo in Piazza Colonna. Da quest’anno nella zona dei Giardini, insieme al mercatino di artigianato etnico, sarà allestita anche una vasta “area street food” dove troverà spazio anche uno stand dedicato alla Pro Loco di Campi di Norcia che presenterà il suo progetto “Back to Campi” finalizzato a rilanciare il turismo nelle zone dell’Umbria colpite dal terremoto, oltre a proporre le sue specialità tradizionali gastronomiche. La musica riecheggerà così per le vie del centro sanpierino fino alle 3 di notte quando, come ogni anno, i presenti potranno spostarsi nell’area relax presso l’Area Feste di via Roma, dove con sottofondo lounge potranno fare colazione con pizze, cornetti e cappuccini e riposarsi prima di rimettersi sulla strada. Info su viabilità e parcheggi sul sito della manifestazione.

FUCECCHIO (FI)

Reality Bites sceglie anche quest’anno il palco della Sagra della Zuppa di Fucecchio (Piazza 23 agosto – Massarella), tra Firenze e Pisa, per il suo festival estivo. Da giovedì 6 a domenica 9 e da giovedì 13 a domenica 16 luglio. Tutto a ingresso libero. La zuppa è solo il pretesto per assaggiare altre golosità toscane preparate dalle amorevoli mani delle cuoche locali. Inizio spettacoli ore 21. Sabato 8 Pop X e La Mula in concerto + Fritz Orlowski + Gruvy Dj “wannabe… 90s party dj set”. Domenica 9 Selton + Aquarama in concerto + Belvedere Dj.

PRATO

Alla Biblioteca Lazzerini (Via Puccetti, 3) Domenica 9 luglio alle 21.30 c’è «L’Italia in lungo e in largo»: Giovanna Marini, accompagnata dalla splendida voce di Francesca Breschi, presenta le canzoni del suo recentissimo disco antologico, edito da Finisterre, nel quale ha raccolto alcuni dei brani più noti della sua vasta e articolata produzione musicale. L’evento fa parte del progetto regionale “1917-2017. Cento anni dalla marcia delle donne contro la Grande Guerra”. A cura della Fondazione CDSE di Vaiano. Ingresso libero.

Per Prato Estate sulla terrazza di Palazzo Pretorio  (Piazza del Comune 1) Domenica 9 luglio alle 22 concerto della sound-artist Sadi Oortmood. Biglietto 8 / 6 euro, prenotazione obbligatoria (t.noto@comune.prato.it).

PISTOIA

È in corso il festival Pistoia Blues 2017. Domenica 9 alle 21 si esibisce Stefano Bollani, Programma completo sul sito della manifestazione.

SANTA LUCE (PI)

Nei giorni 7, 8 e 9 luglio 2017, in occasione del compleanno del Dalai Lama, prenderà il via la seconda edizione del Festival del Tibet in via Poggiberna 15, Pomaia – Santa Luce (PI). Programma sul sito dell’Istituto Lama Tzong Khapa. Ingresso a offerta libera.

MONTERIGGIONI (SI)

Monteriggioni medievaleSabato 8 e domenica 9 Festa Medievale «Monteriggioni di torri si corona», con spettacoli nelle vie e nelle piazze del borgo, performance itineranti, mercato degli antichi mestieri e taverne all’aperto dove riscoprire antichi sapori e ricette. Spazio anche per laboratori e giochi ‘a misura di bambino’, per un viaggio indietro nel tempo rivolto a tutte le età sotto il segno dei misteri, delle paure e delle magie al tempo di Dante, tema dell’edizione 2017 della Festa. Dentro il Castello, come ogni anno, circolerà soltanto l’antica moneta, il “grosso di Monteriggioni”, coniata appositamente in tre tagli e da cambiare con la valuta corrente presso i punti allestiti in occasione della manifestazione. I biglietti per la Festa Medievale possono essere acquistati sul circuito Box Office, attraverso il sito www.boxol.it oppure direttamente presso le biglietterie all’esterno del Castello di Monteriggioni. Per informazioni, è possibile contattare l’Ufficio turismo del Comune di Monteriggioni, al numero 0577 304834 oppure all’indirizzo e-mail info@monteriggioniturismo.it.

SINALUNGA (SI)

Sabato 8 alle 21.30, per la quinta edizione del festival “Valdichiana & Valdisieve in concerto” ideato dal pianista e direttore d’orchestra Marco Tezza, nella Tenuta La Fratta a Sinalunga (Siena) il pianista Zsuzsa Kollár esegue Suite bergamasque L.75, “L’isle joyeuse” L.106 ed Estampes L.100 di Claude Debussy (1862-1918), Tre Sonetti dal Petrarca S.270 e Venezia e Napoli – Supplément aux “Années de pèlérinage”, vol. II, S.162 di Franz Liszt (1811-1886), “Mallorca” (Barcarola) Op.202 di Isaac Albeniz (1860-1909). Ogni sera, dalle ore 20.00, sarà possibile abbinare cena-preconcerto e/o pernottamento nelle due tenute. Sono previste offerte speciali per gli spettatori del Festival. Biglietto concerto posto unico: 10 euro (in caso di cattivo tempo i concerti si terranno all’interno). Info festival: 347 9804601 – Biglietti, cena e pernottamento: 334 3390664 www.tenutalafratta.itlocandadellafratta@gmail.com

CHIANCIANO TERME (SI)

Sarà il celebre musicista modenese Andrea Oliva, primo flauto solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’ospite speciale del terzo appuntamento con il programma concertistico del festival IMOC (International Music Masterclasses Orchestra, Courses and Concerts), la manifestazione che fino al 16 luglio porta a Chianciano Terme (Siena) i protagonisti della classica Italiana e internazionale. Appuntamento sabato 8 luglio alle 21.30 presso il Saloncino Storico delle Terme Sant’Elena (viale della Libertà 112) per una serata che si aprirà con Sonata in si minore di Johann Sebastian Bach e Cantabile e Presto di George Enescu, per continuare poi sulle note della Sonata n.1 in fa minore di Johannes Brahms e della Historia du Tango selection di Astor Piazzolla, e concludersi infine con la Suite paysanne Hongroise di Béla Bartók e l’Andante e Rondò op. 25 per due flauti di Franz Doppler. Parteciperanno anche la pianista Marta Cencini e la flautista Claudia Bucchini (ingresso: 10€ intero, 5€ ridotto).

LORO CIUFFENNA (AR)

Terzo appuntamento tutto toscano per la 30/ma edizione del Valdarno Jazz Summer Festival domenica 9 luglio a Loro Ciuffenna, con il Frank Santarnecchi Waves Synthesis Trio. Alle 21.30 la band guidata dal funambolico tastierista e polistrumentista da anni arrangiatore e musicista per Jovanotti sarà nella corte del museo Venturino Venturi di Loro Ciuffenna (piazza Giacomo Matteotti), per un concerto che spazierà dal pop al rock, dalla musica elettronica al sound etnico e dal funk al jazz in un’infinita varietà di generi e stili. In scaletta brani originali composti da Santarnecchi per la sua Waves Orchestra, organico che negli anni ha visto militare tra le sue fila artisti provenienti da tutto il mondo, appositamente riarrangiati per questo trio che vedrà Daniele Malvisi al sax e Paolo Corsi alla batteria, in un messaggio sonoro che abbatte le differenze e abbraccia l’etica del diverso come elemento centrale della propria ricchezza (ingresso libero).

AREZZO

Domenica 9 luglio alle 21 in Piazza Grande serata tributo a «La vita è bella» di Roberto Benigni. Per una sera Piazza Grande tornerà ad essere “un set da Oscar”; oltre 50 le persone che hanno risposto all’appello lanciato qualche giorno fa dal Comune di Arezzo per riunire le comparse che presero parte al film. A ciascuno di loro il Comune di Arezzo offrirà un piccolo omaggio a ricordo dell’evento. Prima della proiezione del film, Vittorio Martinelli autore del volume “Arezzo la vita è bella” racconterà curiosità legate alla sua realizzazione. Non mancheranno filmati inediti che sveleranno particolari del back stage e riporteranno ai giorni in cui Arezzo divenne set per il famoso film.

PECCIOLI (PI)

Per il festival 11 lune a Peccioli in Piazza del Popolo domenica 9 alle 21.30 serata di danza che vedrà nella prima parte esibirsi in un galà, dedicato al repertorio classico, Giuseppe Picone, nuovo Direttore del Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli, e altri danzatori solisti e primi ballerini del Teatro San Carlo. Nella seconda parte «Astratto», una nuova coreografia firmata da Kristian Cellini sullo stile contemporaneo e neoclassico. Giuseppe Picone e i ballerini del San Carlo di Napoli

VIAREGGIO (LU)

Sabato 8 luglio alle 21.15 andrà in scena la «Tosca» di Puccini a Villa Borbone (Viale dei Tigli, Viareggio); prima ci sarà la possibilità di cenare sotto le stelle, nel parco della Villa. Sono ancora disponibili i biglietti a seduta libera, a 10€; la vendita inizierà alle ore 20 presso la Villa stessa. Per info: 349 629 1045.

TORRE DEL LAGO (LU)

Domenica 9 luglio la Banda dell’Esercito Italiano si esibirà all’interno del Gran Teatro all’Aperto Giacomo Puccini presso Torre del Lago Puccini (Viareggio) a partire dalle ore 21.15, nell’ambito del Festival Pucciniano 2017. Ingresso libero.

CORSANICO (LU)

Sabato 8 luglio alle 21.15,  nella Pieve di San Michele Arcangelo di Corsanico, si inaugura «Corsanico Festival 2017» – XXXVI Rassegna Internazionale di Musica Classica, organizzata dall’Associazione  Culturale “Amici della Musica d’Organo Vincenzo Colonna” di Corsanico (presidente e dir. artistico Graziano Barsotti). Dieci concerti, cinque  in luglio e cinque in agosto, tutti a tema, ma che avranno come protagonista principale il monumentale e storico organo conosciuto ormai in mezzo mondo; uno strumento, capolavoro dell’arte organaria veneziana, costruito nel 1602  da Vincenzo Colonna. La serata inaugurale ha per  titolo “Due secoli di arie sacre”  e vede protagonisti l’organista Gabriele Giacomelli e il soprano Maria Gaia Pellegrini, con musiche di A. Vivaldi, F. Haendel, G. Rossini, F. Mendelssohn, V. Bellini, C. Saint-Saens, G. Verdi, F. P. Tosti. Ingresso €. 10.

 

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: