Migranti: cabina di regia ministero interno – Anci per distribuzione sul territorio

ROMA – Chi ha lavorato per lungo tempo in qualche ministero sa perfettamente che, quando si aveva interesse a rimandare la soluzione di un problema scottante, si arrivava a due soluzioni onorevoli, creare un gruppo di lavoro o una cabina di regia. E’ quello che è avvenuto dopo l’incontro del ministro Minniti con l’Anci per coinvolgere tutti i comuni italiani nell’azione di accoglienza dei migranti. In effetti il presidente Anci de Caro (sindaco di bari), da politico di razza, si dichiara soddisfatto dell’esito dell’incontro.

«L’incontro e’ andato bene. Abbiamo costituito una cabina regia Viminale-Anci (composta da tecnici) per affrontare i temi che si sono verificati in questi giorni. Abbiamo confermato la volontà dei sindaci di distribuire in maniera equilibrata il flusso migratorio sul territorio nazionale, indipendentemente da come ognuno di noi la pensa sui temi dell’accoglienza – ha proseguito – Abbiamo chiesto maggiore attenzione da parte dei prefetti nel concentrarsi su zone dove non ci sono centri di accoglienza, ne’ gestiti tramite Sprar ne’ tramite Cas, ossia dove non c’e’ la presenza dei migranti, proprio per una distribuzione equa. La cabina di regia si occuperà dei problemi riscontrati e che si riscontrano giornalmente, ha continuato Decaro spiegando che ci saranno delle tappe di verifica settimanali e risolveremo le problematiche emerse.

«Ho trovato grande disponibilità di Minniti verso i Comuni – ha continuato – In cambio abbiamo portato anche un altro risultato: i primi Comuni che aderiscono a municipi senza frontiere, il programma di accordi bilaterali con i comuni libici per spezzare la tratta illegale di esseri umani. Si tratta di comuni come Bari, Bologna, Prato, Ascoli Piceno, Catania, Venezia che si mettono a disposizione», ha concluso. Invece quest’ultima sembra un’iniziativa concreta destinata a portare frutti positivi, anche se limitata.

Ci vuol altro per governare i flussi imponenti che ci stanno opprimendo.

accoglienza, comuni, migranti, prefetture


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080