Regioni: le ferie dei consiglieri dai 47 giorni della Val d’Aosta ai 36 della Puglia

Palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale della Toscana
Palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale della Toscana

Dopo aver annotato che la presidenta Laura Boldrini ha dato il rompete le righe ai deputati per 40 giorni (all’anima della contrazione delle spese, sono pagati anche per non far nulla), analoga situazione si verifica anche in un altro dei grandi pozzi neri della finanza pubblica, la spesa per la politica regionale.
In questo campo il record spetta alla Valle d’Aosta con 47 giorni e alla provincia di Bolzano con 45 giorni, ma salta all’occhio un’altra regione a Statuto speciale, la Sicilia. Nell’isola le ferie estive non sono ancora scattate ma per molti deputati regionali quest’anno è stato una lunga striscia di vacanze. Per un organo che costa quasi 206 milioni di euro l’anno, a fine luglio il Giornale di Sicilia calcolava che prima del tour de force della settimana scorsa, dal 29 aprile (giorno dell’approvazione della Finanziaria) a oggi resta così ancorato a 14 sedute e 10 ore scarse di lavoro.

Anche in Puglia, regione a statuto ordinario, i consiglieri si sono presi una pausa ben 36 giorni, dal primo agosto al 6 settembre. Quando hanno lavorato però non sembra che siano stati molto produttivi: dall’inizio dell’anno il consiglio si è riunito appena 19 volte. per approvare 30 leggi, 11 delle quali riconoscimenti di debiti fuori bilancio.
Ma la Puglia non è l’unica regione ordinaria a fare una lunga pausa. Nel virtuoso Nord, la Lombardia, dopo l’ultimo Consiglio del 1 agosto, si riunirà di nuovo l’8 settembre, solo per gli atti di indirizzo e di sindacato ispettivo mentre la prossima seduta ordinaria ci sarà soltanto il 19 settembre.

La Toscana invece ha fatto un calendario da furbetti del quartierino. Dopo l’ultima seduta nella scorsa settimana, ha programmato una seduta civetta il 30 agosto, tanto per dire che le ferie erano interrotte, ma riprenderà i lavori effettivamente solo il 12 e 13 settembre, poi un’ulteriore pausa, fino al 26 – 27 settembre. Sostanzialmente, a parte cinque sedute, le ferie per i nostri consiglieri durano da inizio agosto a fine settembre. Chapeau!

ferie, politica, regioni, Toscana


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080