Cosa fare di giorno e di sera

Week End 12-13 agosto a Firenze e in Toscana: spazi estivi, festival, eventi

di Roberta Manetti - - Cinema, Cronaca, Cultura, Primo piano

Stampa Stampa

Firenze vista dal Forte di Belvedere

FIRENZE

Il perimetro urbano non offre naturalmente grandi eventi, per il fine settimana che precede Ferragosto. Oltre al consueto spettacolo di Firenze, dei suoi monumenti e dei suoi musei, c’è l’intrattenimento offerto dagli spazi estivi e dalle arene cinematografiche.

Sabato 12 agosto dalle 17 alle 20 apertura al pubblico del Baluardo a San Giorgio (via di Belvedere), con visita guidata ogni ora a cura dell’Associazione MUS.E: il Baluardo di San Giorgio venne costruito intorno al 1552 per volere di Cosimo I su disegno di Giuliano di Baccio d’Agnolo nell’ambito di un massiccio potenziamento militare della città. Di forma trapeizodale, venne addossato alle trecentesche mura medievali e fu probabilmente realizzato qualche decennio prima in terra battuta da Michelangelo Buonarroti in occasione dell’assedio di Firenze da parte delle truppe imperiali nel 1529-1530. Attualmente è sede della Compagnia Balestrieri Fiorentini e del Corteo del Calcio Storico. Le visite guidate costano 4 euro; gratis per ragazzi dagli 8 (età minima per partecipare) ai 18 anni. Verificare la disponibilità e prenotare la visita sul sito ufficiale dell’Associazione MUS.E.

Milonga del Fiorino 1Spazi estivi – Al Fiorino sull’Arno (Ponte San Niccolò) sabato 12 agosto alle 21.30 concerto del Musìa Duo. Susan Gagliano (voce) e Tommaso Poli (chitarra). Il Musía Duo nasce da una collaborazione musicale di 10 anni. Cover che spaziano da folk a pop a white soul. Domenica 13 dalle 21 c’è l’ormai tradizionale e frequentatissima Milonga del Fiorino a cura di Tango Florido (nella foto). Ingresso libero. All’Off bar – Lago dei cigni (Viale Strozzi – Fortezza da Basso) sabato 12 alle 22 suonano i SoulTroubles; ingresso libero. Al Giardino dell’Orticultura (via Bolognese / Via Vittorio Emanuele II) è iniziata la rassegna «Tuttapposto a Ferragosto»: sabato 12 alle 19 Giulia Barontini Trio. Giulia Barontini (voce), Andrea Cagnola (chitarra), Michele Andriola (batteria). Show con standard jazz della grande tradizione, arrangiati in chiave moderna e brani di musica brasiliana, specialmente bossa nova e samba. Domenica 13 alle 19 I Rabarbari, con composizioni originali e classici riarrangiati in chiave swing. Sul palco Luca Frosinini (voce e chitarra) e Duccio Bonciani (percussioni).

Arene cinema – Alla Limonaia di Villa Strozzi (via Pisana 77) sabato 12 alle 21, per il ciclo «Letteratura in film», c’è «Sorelle Materassi» dal romanzo di Palazzeschi; regia Ferdinando Maria Poggioli, 1943, con Emma e Irma Gramatica e Massimo Serato; domenica 13 alle 21, per il ciclo «Totò a Firenze», c’è «Totò cerca pace», dalla commedia Firenze-Trespiano e viceversa, 1954, regia di Mario Mattoli, con Totò, Ave Ninchi, Giovanni Nannini. Ingresso libero. Al Mandela Forum (viale Paoli / Piazza Berlinguer) c’è l’«Arena di Marte» tutte le sere; in programmazione sia i grandi titoli della stagione invernale che le pellicole di qualità trascurate dalla grande distribuzione. Nell’Arena Grande Sabato 12 alle 21.15 «Tutto quello che vuoi», Domenica 13 «L’ora legale»; nell’Arena Piccola alle 21.30 Sabato 12 «Il medico di campagna» (Francia, 2016), Domenica 13 «Io danzerò»; ingresso 5 euro (tessera fedeltà 6 ingressi al prezzo di 5 ingressi che permette di avere il sesto ingresso omaggio. Per i possessori della tessera Coop riduzione di 1 euro. All’Arena «Esterno notte» al Poggetto (via Mercati 24b) sabato 12 alle 21.30 «Beata ignoranza», domenica 13 «Sole cuore amore». Ingresso 6 euro, ridotto 5.

Mostre – Dopo Klimt, tocca a Leonardo, con la mostra-installazione «Da Vinci Experience», sorta di story telling per immagini dell’universo di Leonardo Da Vinci, ottenuta grazie alle multiproiezioni in video mapping, su nove grandi schermi e sulle architetture della navata di Santo Stefano al Ponte, di centinaia di immagini digitalizzate ad alta definizione, d’inserti video in full HD; sul tutto, una colonna sonora diffusa a 360° in Dolby surround. Fino a domenica 8 ottobre 2017.

Una selezione di pietre lavorate appartenute alla famiglia Medici, affiancata da un’esposizione di minerali naturali di rara bellezza provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, è in mostra al Museo di Storia naturale dell’Università di Firenze, meglio noto come La Specola (via Romana, 17 Firenze – 1° piano). La mostra si intitola «Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Natura» e resterà aperta fino al 31 dicembre. Il percorso ha inizio dalle origini del collezionismo rinascimentale per giungere  a mostrare la ricchezza scientifica ed estetica delle attuali collezioni mineralogiche del Museo. È esposta una selezione della collezione di pietre lavorate (coppe, vasi, oggetti ornamentali), per la maggior parte proveniente dal cosiddetto Tesoro dei Medici. La passione per l’arte dell’incisione di gemme e pietre dure, infatti, caratterizzò sempre la celebre dinastia, a cui si deve – per iniziativa di Ferdinando I – la fondazione dell’Opificio delle Pietre Dure nel 1588. Nell’esposizione alla Specola, fra gli altri preziosi oggetti, due coppe in diaspro e una coppa in giada nefrite appartenute a Lorenzo il Magnifico, come riporta l’incisione Laurmed. Ma anche la tazza in lapislazzuli a forma di conchiglia, citata dal Vasari, acquistata da Cosimo I nel 1563 dal celebre lapicida milanese Gasparo Miseroni o lo straordinario vaso a navicella in quarzo ialino, scavato e lavorato da un unico blocco, di manifattura fiorentina della fine del XVI secolo. Alcuni oggetti risalgono invece all’epoca lorenese, come la tabacchiera in malachite, montata in  oro, di manifattura spagnola, probabile dono per le nozze di Pietro Leopoldo di Lorena con Maria Luisa di Borbone. Orario: fino al 31 maggio da mart a dom. 9.30-16.30. Dal 1° giugno 10.30-17.30. € 6/3. Il biglietto comprende anche la visita alla Collezione Zoologica al 2° piano. Info e visite guidate: 055 2756444.

A Villa Bardini (Costa S. Giorgio, 2) dal 14 luglio al 7 gennaio c’è «Lloyd. Paesaggi toscani del Novecento». L’opera di Llewelyn Lloyd (1879 – 1949) in una mostra curata da Lucia Mannini . Sono raccolte 60 opere dell’artista provenienti da 27 diverse collezioni private di tutta Italia (specie da Firenze e Livorno, ma anche da Roma, Milano, Viareggio e Reggio Emilia) e da collezioni pubbliche come la Galleria di Arte Moderna di Roma, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, la Pinacoteca civica del Comune di Forlì, la Pinacoteca Civica “Foresiana” di Portoferraio (Isola d’Elba), la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e la Fondazione Livorno, le Gallerie degli Uffizi Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti. Orario: da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso alle ore 18.00). Lunedì chiuso. Fino al 23 ottobre al Museo Bardini (Via dei Renai, 37) c’è la mostra dedicata a Glenn Brown «Piaceri sconosciuti».

Al Museo Stibbert (Via Federigo Stibbert, 26) fino al 10 settembre c’è la mostra «Robot fever: il samurai nell’era dei chogokin». Ingresso 8 euro.

Fino al 1 ottobre c’è la mostra Ytalia, energia pensiero bellezza, promossa dal Comune di Firenze, organizzata da MUS.E e curata da Sergio Risaliti. Oltre cento opere alcuni dei maggiori artisti italiani del nostro tempo (Mario Merz, Giovanni Anselmo, Jannis Kounellis, Luciano Fabro, Giulio Paolini, Alighiero Boetti, Remo Salvadori, Gino De Dominicis, Mimmo Paladino, Marco Bagnoli, Nunzio, Domenico Bianchi) esposte al Forte di Belvedere (ingresso 3 euro) e in alcuni luoghi-simbolo della città (Palazzo Vecchio, Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi, Galleria Palatina, Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Complesso monumentale di Santa Croce, Museo Marino Marini, Museo Novecento).

Al Giardino di Boboli fino al 29 ottobre c’è «In Ordine Sparso», grande mostra di Helidon Xhixha che cerca di esplorare i concetti di caos e ordine attraverso una serie di imponenti sculture ed installazioni create con principi che vogliono essere affini alla sezione aurea.  L’artista è famoso per l’uso che fa dell’acciaio inox riflettente (un’opera è anche in Piazza San Firenze).

18 opere dello scultore Sauro Cavallini, spezzino di nascita, ma fiorentino e poi fiesolano d’adozione, hanno lasciato la casa-studio immersa negli olivi recentemente aperta alle visite e alle attività culturali, per dare vita ad artistiche “Intrusioni” (questo il nome della mostra diffusa) in alcuni dei luoghi simbolo dell’estate nel comune a nord di Firenze. Fino al 15 ottobre, 15 bozzetti in bronzo e ferro saranno ospitati all’interno del Museo Archeologico di Fiesole, un’opera in bronzo formata da due Titani inediti nel giardino antistante il Museo, mentre nella centrale Piazza Mino saranno collocate due grandi opere inedite, mai uscite dallo studio dell’artista.

FIRENZUOLA (FI) e dintorni

Proseguono le domeniche rivolte agli escursionisti e amanti della natura organizzate da Trekking Mugello. Domenica 13 agosto un tour tra i borghi abbandonati presenti nel territorio montuoso vicino a Firenzuola, passando per Pieve di Camaggiore, la Canovetta, Monte la Pozza, la Torta e infine le Campore. Cosa è successo ai villaggi dell’interno? Qual è la loro storia? Come mai hanno subito l’abbandono e rimangono ad oggi disabitati? A queste domande risponderà la guida ambientale Rocco Penazzi che scorterà i partecipanti tra gli antichi borghi di Brento Sanico, Castiglioncello e altri ancora poco conosciuti o in parte dimenticati, sorti nelle vicinanze del fiume Santerno. Appuntamento alle ore 9 alla Pieve di Camaggiore. Difficoltà media, sconsigliato a camminatori non allenati. Indispensabili scarpe da trekking. Pranzo al sacco. Percorso circa 10km. Dislivello 400 metri. Costo  10 euro soci, 13 non soci. Numero minimo di partecipanti 10 – massimo 20. Informazioni e prenotazioni: 3398127890

SAN CASCIANO V.P. (FI)

Sabato 12 agosto, dalle 18 alle 24, presso Villa Giulia (San Casciano Val Di Pesa): degustazione in cantina e intrattenimento musicale nell’ambito di «Calici di stelle».

MONTIGNOSO (MASSA-CARRARA)

Al Castello Aghinolfi di Montignoso domenica 13 alle 21.30 Debora Petrina in concerto. Ha suonato con John Parish, David Byrne e Jherek Bischoff (ospiti del suo album Petrina), Paolo Fresu, Elliott Sharp, Mike Sarin, Nicholas Isherwood (con cui ha preso parte all’opera di Giovanni Mancuso ”Il ritorno dei chironomidi” al Teatro Malibran di Venezia), Mario Brunello, Sylvano Bussotti, esibendosi a New York, San Francisco, Los Angeles, Seattle, Londra, Berlino, Colonia, Madrid, Strasburgo, Tokio e Osaka. Ingresso 15 euro. Tutti gli spettacoli sono anticipati da una cena (euro 30 con spettacolo; necessaria prenotazione 3203306197, info@istitutovalorizzazionecastelli.it).

MARINA DI PIETRASANTA (LU)

Fiorella MannoiaA Marina di Pietrasanta, per il Festival La Versiliana, sabato 12 alle 18-30 al Caffè La Versiliana (Viale Morin, 16) «La forza della medicina (contro traumi e invecchiamento)» con Fernando Colao, docente Chirurgia ortopedica Università “La Sapienza” di Roma e Massimo Papi, responsabile nazionale ADOI ulcere cutanee e dermatologia vascolare, ideatore-organizzatore di DermArt; segue «L’impero della televisione» con Tiberio Timperi e Ludovico Di Meo, vicedirettore Rai1; conducono Francesca Fialdini e Marco Ventura; alle 21.30 al  Teatro grande La Versiliana si ascoltano The Kolors. Domenica 13 alle 18.30 al Caffè La Versiliana «L’impero delle idee (contro i falsi)» con Franco Baccani, Confindustria Firenze, presidente Osservatorio anti-contraffazione Camera di Commercio Firenze, Giammarco Brenelli, avvocato, specialista in diritto penale d’impresa, Leonardo Frescobaldi, imprenditore vinicolo, Pietro Paganini, docente di Economia aziendale alla John Cabot University e «L’impero della spesa», con Yoram Gutgeld, Commissario alla spending review, e Stefano Feltri (Il Fatto Quotidiano); alle 21.30 al  Teatro grande La Versiliana c’è Fiorella Mannoia (nella foto). Tutti gli spettacoli su http://versilianafestival.it

TORRE DEL LAGO (LU)

Il gran teatro all'aperto Giacomo PucciniSabato 12 agosto alle 21.15, per il 63° Festival Puccini a Torre del Lago, nel Gran Teatro Giacomo Puccini va in scena «Turandot», in coproduzione con Nausica Opera Festival, con Irina Rindzuner, Alessandro Guerzoni, Dafne Tian Hui, Nicola Pisaniello. Direttore Vegard Nilsen, regia Alfonso Signorini.  Biglietti da 20 a 159 euro. Dettagli sul sito del Festival. Domenica 13 alle 21.15 «Galà lirico da oriente a occidente – musica senza confini», con solisti coreani e l’Orchestra del Festival Puccini.

FORTE DEI MARMI (LU)

Sabato 12 agosto alle 21.30 a Villa Bertelli (via Mazzini 200) Nek presenta ‘Unici Tour’.  Domenica 13 si esibisce Marco Masini. Info sul sito di Villa Bertelli.

CIVITELLA IN VAL DI CHIANA (AR)

Sabato 12 agosto, dalle 8 alle 13 e dalle 14.30 alle 17, presso la cantina di Camperchi (Civitella In Val Di Chiana ) visita alla cantina e degustazione nell’ambito di «Calici di stelle».

MONTICCHIELLO (SI)

Dal 22 luglio al 14 agosto, per l’edizione numero 51 del Teatro povero di Monticchiello, in Piazza della Commedia si rappresenta «Mal Comune», un autodramma cui partecipano tutti gli abitanti del paese toscano e che verte, come sempre, su questioni cruciali per la comunità. Tutte le sere (eccetto i lunedì 24 e 31 luglio) alle 21.30. Lo spettacolo 2017 parte da una situazione paradossale: a una delle rare nascite che allietano una comunità tanto esigua quanto in apparenza coesa e dialogante, si affianca infatti un progetto di semplificazione tecnico-amministrativa efficiente e spietato come un algoritmo. Un piano che imporrà scelte individuali, familiari e collettive senza alternative, disgreganti e portatrici di discordie. Utili comunque, in fondo, a segnalare un dato costante della nostra natura: la duplice, paradossale tentazione a riconoscersi e dividersi, a cercarsi e allontanarsi, ieri come oggi. Inseguendo ciascuno un’immagine evanescente di ciò in cui desideriamo riconoscersi e di ciò in cui temiamo di specchiarci, con l’assidua, tenace speranza che, tra l’una e l’altra possibilità, riusciremo ancora a illuminare in qualche modo il futuro che ci aspetta. Biglietti: 13 € intero, 7 € ridotto (bambini fino a 12 anni) /prenotazioni TELEFONICHE: Orari: 9/12.30 / 15/17.30  tel. (+39) 0578 75 51 18 /prenotazione ON-LINE: www.teatropovero.it

MONTEPULCIANO (SI)

Fino al 15 agosto tutte le sere dalle 21.30 in Piazza Grande repliche del 78° Bruscello Poliziano: la Compagnia Popolare del Bruscello mette in scena la vita di Sant’Agnese, ovvero Agnese Segni, santa locale morta esattamente 700 anni fa. Letizia Tofanini è autrice dei testi, Luciano Garosi è autore delle musiche. Uno spettacolo complesso, allo stesso tempo gioioso e drammatico, che anima i giorni di Ferragosto a Montepulciano; una forma peculiare di teatro popolare, la cui tradizione affonda le radici nella civiltà contadina.

CIVITELLA PAGANICO e POGGIO AL TUFO (GR)

Sabato 12 agosto, dalle 17.30 alle 24, presso la Tenuta L’Impostino (Civitella Paganico): visita alla cantina, aperitivo e cena nella corte sotto le stelle. Alle 23 tutte le luci saranno spente per osservare il firmamento con intrattenimento musicale, nell’ambito di «Calici di stelle». Domenica 13 agosto, alle ore 20, presso il Poggio a Tufo (Pitigliano) cena degustazione e osservazione stelle cadenti a bordo piscina.

SCANSANO (GR)

A Scansano da sabato 12 a martedì 15 agosto c’è «Giubilanza 2017». Sabato 12 e domenica 13 dalle 10.30 mercato medievale, laborataori di artigianato, panificazione, commedia dell’arte; alle 15.30 laboratorio di arte della spada occidentale (solo per adulti) in Piazzetta del Dentro, di tiro con l’arco in Piazzetta della Chiesa; alle 16.30 laboratori artisticiin Piazzetta del Dentro;dalle 17 Degustazioni di Morellino di Scansano nelle Cantine a cura della Scuola Europea di Sommelier; dalle 17.30 performances itineranti e musica a cura dei Gratulantes e di Mario Gallo di Teatri di Ricerche; alle 18.30 corteo storico; alle 19 concerto di musica medievale in Piazzetta del Dentro; alle 22 teatro in Piazzetta del Dentro e a seguire danze in cerchio. Martedì 15 Agosto alle 20 Banchetto Medievale animato
in Piazzetta del Dentro (su prenotazione).

SCARLINO  e GAVORRANO (GR)

Per il Grey Cat Festival sabato 12 agosto, al Castello di Scarlino, ore 21,30: Antonella Ruggiero Trio (Antonella Ruggiero: voce, Ramberto Ciammarughi: pianoforte, Fabio Zeppetella: chitarre). Voce e fondatrice dei Matia Bazar, ha un repertorio che spazia dagli anni ’30 agli anni ’50, attraversando il musical di Broadway, ma anche il fado portoghese, il repertorio cubano, la canzone francese, il tango argentino e il repertorio italiano. Posto unico 18/16 € + d.p. Domenica 13 agosto, Gavorrano, Teatro delle Rocce, ore 21,30: The Art Ensemble of Chicago (nella foto). Great Black music–Ancient to the Future (Roscoe Mitchell, sax, Hugh Ragin, tromba, Junius Paul, contrabbasso, Don Moye, batteria). In una carriera ultra-quarantennale, gli Art Ensemble of Chicago hanno portato alle estreme conseguenze le peculiarità improvvisative del free jazz con spirito coerente, in equilibrio fra la tradizione e l’avanguardia artistica. Roscoe Mitchell e Don Moye riportano in auge la leggenda di uno dei gruppi che hanno fatto la storia del jazz. Posto unico € 20/18 + d.p.

RISPESCIA (GR)

Dal 4 al 15 agosto torna a Rispescia «Festambiente», con spettacoli e concerti. Sabato 12 dalle 17.30 animazione e laboratori per bambini; alle 19 laboratori su scacchi e fisica; alle 22.30 la cantautrice siciliana Levante presenta il nuovo album «Nel caos di stanze stupefacenti». Domenica 13 dalle 17.30 giochi e laboratori per bambini; alle ore 19,30 Incontro Agricoltura di qualità e innovazione energetica per combattere i cambiamenti climatici; alle 22.30 il rapper milanese Emis Killa presenta l’album «Terza stagione».

 

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.