Venerdì 8 Settembre alle 21.15

Firenze: in Duomo «O Flos colende» si chiude con «Ildegarda la sibilla renana»

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Cristina Borgogni nei panni di Ildegarda di Bingen

FIRENZE – Si conclude rievocando la vita della monaca Ildegarda di Bingen, straordinaria e unica figura del Medioevo, l’edizione 2017 della rassegna «O flos colende». Venerdì 8 Settembre (ore 21.15), tradizionale data che festeggia congiuntamente la Natività di Maria e la fondazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore, il Duomo di Firenze farà da scenario a «Ildegarda la sibilla renana», spettacolo creato dalla celebre attrice e regista Cristina Borgogni.

Sarà proprio lei a incarnare Ildegarda, badessa benedettina vissuta nella Valle del Reno e che, caso raro per una donna del XII secolo, fu teologa, poetessa, musicista, taumaturga, profetessa (e per questo chiamata dai cronisti del tempo “Sibilla del Reno”), personalità poliedrica proclamata dottore della Chiesa da Benedetto XVI.

Luci, costumi, movimenti scenici, per una nuova versione di una rappresentazione dove Ildegarda racconta, in prima persona, della sua vita, degli incontri con papi e imperatori, delle visioni, degli studi, in una sorta di viaggio spirituale punteggiato non solo dalle sue parole ma pure dalla sua musica e da altri brani del tempo. Il commento musicale sarà affidato a una pittoresca varietà di strumenti documentati dell’epoca, come la cetra, il salterio, le campane tibetane, i cimbali.

Accanto a Cristina Borgogni, in scena a fianco del noto attore Paolo Lorimer (nei panni del segretario e confidente di Ildegarda), a riportarci nella atmosfere mistiche della badessa veggente sarà così anche il suggestivo commento sonoro ricreato dal gruppo vocale-strumentale Ensemble San Felice diretto dal suo fondatore Federico Maria Bardazzi, da decenni autorevoli e rinomati interpreti di questo particolarissimo repertorio.

Cristina Borgogni, attrice e regista, ha frequentato la Bottega Teatrale di Vittorio Gassman e la Scuola di Drammaturgia di Eduardo De Filippo. Ha recitato in numerose pièces teatrali, come protagonista in: La donna è mobile di Scarpetta regia E. De Filippo, Elektra di Hofmannsthal regia G. Compagnoni, Otello di Shakespeare regia C. Bene, Arlecchino servitore dei due padroni di Goldoni regia C. Alighiero, Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare regia G. Mauri, La Mandragola di Machiavelli regia W. Manfré, Orlando di Woolf regia S. Bitonti, La vita che ti diedi di Pirandello regia M. Ferrero, Candida di Shaw regia I. Ghione, I Vicerè di De Roberto regia P. Degli Esposti, L’Avaro di Moliere regia I. Ghione, La Locandiera di Goldoni regia G. Venetucci, Medea di Eschilo regia N. Anzelmo. In ambito cinematografico e televisivo si fa conoscere al pubblico del grande schermo in Ciao Professore, Carabinieri, La Squadra.

 

 

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: