Skip to main content

Firenze, studentesse americane: solo uno dei carabinieri risponde alla procura militare. I reati ipotizzati

ROMA – Si è avvalso della facoltà di non rispondere, uno dei due carabinieri accusati di violenza sessuale da due studentesse americane, davanti agli inquirenti della procura militare che li hanno convocati per interrogarli. Si tratta del carabiniere scelto Pietro Costa, il più giovane dei due. L’altro, l’appuntato Marco Camuffo, ha invece  risposto alle domande del sostituto procuratore Antonella Masala. Sul contenuto dell”interrogatorio, svoltosi a Firenze, non sono tuttavia emersi particolari.

La procura militare di Roma, ipotizza a carico dei due carabinieri i reati di violata consegna e peculato militare. Oltre ai due carabinieri sono stati ascoltati alcuni testimoni e ne saranno sentiti altri, così come (forse in videoconferenza) verranno ascoltate le due ragazze americane. I tempi di chiusura dell’inchiesta, secondo il procuratore militare Marco De Paolis, dovrebbero essere piuttosto brevi.

carabinieri, procura militare, Studentess americane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741