Le intervista di Fiorentina-Atalanta

Pioli: «Ci mancano due rigori. Arbitro ingiusto». Gasperini: «Non potevamo perdere questa partita»

di Ernesto Giusti - - Sport

Gian Piero Gasperini e Stefano Pioli

FIRENZE  – Va giù durissimo, Stefano Pioli, contro l’arbitro Pairetto. Dice: «Noi ci abbiamo messo del nostro, ma che l’arbitraggio sia stato quantomeno discutibile non si può negare. Io giudico l”operato del direttore di gara sotto un concetto di equità: se fischi un rigore del genere all’Atalanta, allora falli della stessa entità vanno fischiati anche per noi. E nei nostri confronti, invece, non sono stati fischiati due rigori per falli anche più evidenti di quello su Ilicic. Spiegarsi certe decisioni è difficile. Gli arbitri dovrebbero essere più sereni e fischiare con equità: stasera purtroppo l’atteggiamento dell’arbitro non è stato equo. Noi abbiamo una parte di responsabilità in questo pareggio – ha sottolineato Pioli – ma certe situazioni non ci sono piaciute. Per quanto riguarda la prestazione, è evidente che stiamo crescendo: in alcune fasi della partita ci siamo anche espressi bene, anche se in altre dobbiamo essere ancora più determinati».

FREITAS – Il direttore sportivo, Carlos Freitas, è una furia: «La cosa che ci dà più fastidio è che siamo stati di nuovo sfortunati con alcune decisioni e che i due punti non torneranno indietro. Vorrei capire a cosa serve il VAR. Già a Milano contro l’Inter ci furono due episodi a nostro favore su cui il VAR non è intervenuto. Stavolta non c’era il rigore per l”Atalanta e c’erano due rigori per noi, uno su Astori e uno su Gil Dias. Davanti a situazioni del genere non si può stare zitti, perché non va bene che tutto il lavoro di una società, di una squadra e del pubblico venga condizionato da questi errori».

GASPERINI – Invece  respira di sollievo e difende l’arbitro Gian Piero Gasperini.  Dichiara che l’eventuale sconfitta dell’Atalanta non ci stava proprio: «Il pareggio è meritatissimo, perdere una partita del genere sarebbe stato difficile da spiegare. I nostri avversari sono partiti bene e hanno trovato il gol, ma subito dopo abbiamo preso in mano il match e lo abbiamo condotto fino alla fine, segnando allo scadere ma dopo aver creato tante altre situazioni per andare in rete, al di là del rigore. La Fiorentina lamenta degli errori arbitrali? Non lo so, ma dico solo che per attaccarsi all’arbitro dopo una partita del genere ci vuole un bel coraggio – ha aggiunto -: questa è una partita in cui non ci stava che vincesse la Fiorentina. Gli episodi ci sono a favore e contro, ma se c’era una squadra che doveva vincere, quella squadra era l’Atalanta. La prossima sfida contro la Juventus? Prima abbiamo l’Europa League contro il Lione: è una partita importante per noi, dovremo fare un attimo la conta degli infortunati. Molto probabilmente Toloi non ci sarà, perché ha subìto una forte contrattura o addirittura uno stiramento».

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: