Nell'ambito della Biennale Internazionale dell'Antiquariato

Firenze: gli antiquari donano il restauro del Cellini al Museo del Bargello

di Redazione - - Cronaca, Cultura

FIRENZE – La Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze ha assegnato il premio di 10.000 euro per la scultura, offerto dall’Associazione Antiquari d’Italia, al Museo del Bargello di Firenze per il restauro del bassorilievo «La liberazione di Andromeda» di Benvenuto Cellini, realizzato verso la metà del Cinquecento per la base della celebre statua del Perseo, commissionata da Cosimo I de’ Medici.

Il premio di 10.000 euro per la pittura, offerto dal dottor Ugo Pierucci, sarà invece devoluto al Museo Stibbert di Firenze per il restauro di un prezioso cassone in pastiglia realizzato dalla cerchia di Giovanni di Tommasino Crivelli verso la metà del XV secolo, con gesso dorato, dipinto e punzonato.

Il premio per la migliore scultura è andato al San Giovanni Evangelista (figura del compianto) di Giovanni Angelo del Maino, opera in legno di tiglio del terzo decennio del XVI secolo presentata da Mehringer Benappi. La Galleria, con sedi a Torino, Londra e Monaco di Baviera, già nella precedente edizione della Biennale si è distinta per le opere di estrema qualità esposte, tra cui un Apostolo di Arnolfo di Cambio e due Angeli di Tino di Camaino, realizzati per il Duomo di Firenze ed entrati a far parte nel 2016 della collezione del Nuovo Museo dell’opera del Duomo.

Tag:, , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: