Skip to main content

Infortuni sul lavoro: aumentano ancora (+1,6%) rispetto al 2016. La denuncia dell’Anmil

CAGLIARI – Nel corso della manifestazione nazionale per la giornata sugli infortuni sul lavoro si è rilevato che la situazione resta allarmante: 421.969 eventi denunciati (dati sino ad agosto), +1,2% rispetto al 2016. Ma soprattutto 682 infortuni mortali denunciati, +4,7%.

Lo denuncia l’Anmil, l’associazione per le vittime degli infortuni sul lavoro celebrando la 67ma giornata nazionale. La preoccupazione per l”aumento infortunistico – viene spiegato – è dettata soprattutto dal fatto che a determinarlo sono stati i comparti industria e servizi (2%) e Conto stato dipendenti (3,3%). «Parliamo – ha detto il presidente Franco Bettoni – proprio di carenza di sicurezza nei luoghi di lavoro più rischiosi».

Come sede della manifestazione nazionale quest’anno è stata scelta Cagliari, ma i festeggiamenti si sono svolti in tutte le 106 sedi dell’associazione. Lo slogan scelto per l’edizione 2017 è Cambiamo la storia. A partire – si sottolinea – dal completamento dell’attuazione del Testo unico sicurezza. Sono più di venti i programmi ancora da attuare – ha concluso Bettoni – e alcuni riguardano materie anche di grande rilievo. I temi caldi affrontati oggi sono stati: qualificazione delle imprese, sorveglianza sanitaria, lavoratori disabili al lavoro, malattie professionali. Sul fronte della tutela delle vittime, l’Anmil si batte per la rivalutazione delle prestazioni economiche Inail. Arretrano invece le malattie professionali denunciate: -2,8% rispetto al 2016. Su questi temi la politica è chiamata a fare la sua parte.

aumentano, infortuni, Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741