Skip to main content

Firenze: AirBnB riscuoterà la tassa di soggiorno. Oltre 6 milioni di euro

FIRENZE – E’ stato siglato l’accordo tra AirBnB e Comune di Firenze sulla riscossione della tassa di soggiorno dagli aderenti alla piattaforma web delle locazioni turistiche. A partire dal prossimo 1 gennaio 2018, AirBnB riscuoterà direttamente il tributo dagli ospiti delle case ‘in affitto’ sul sito (3 euro al giorno, equiparazione dell’imposta ad un albergo a 2 stelle), e la riverserà in automatico a Palazzo Vecchio.

E’ stimato in 6,5 milioni complessivi il gettito annuale atteso, e destinato a crescere, secondo le previsioni del Comune, fino a 8-9 milioni. I locatori turistici di AirBnB a Firenze sono stimati essere 5.300, gli ospiti circa 690mila all’anno. Firenze, si spiega da Palazzo Vecchio, è la terza città d’Italia dopo Bologna e Genova, e la prima tra le grandi mete turistiche della penisola, a stringere un accordo del genere con AirBnB. Complessivamente il gettito annuo della tassa di soggiorno a Firenze ammonta attualmente a circa 33 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741