Skip to main content

Adozioni internazionali: famiglie toscane chiedono che sia sbloccato il divieto di adozioni dall’Etiopia

FIRENZE – Alcune famiglie toscane combattono da tempo perché si intervenga sul governo etiopico che ha bloccato le adozioni fuori del Paese. Non solo coppie di Firenze e Pistoia temono di non poter più adottare bambini del Paese africano, ma in un altro centinaio di casi in tutt’Italia la legge del Parlamento di Addis Abeba prevede che  orfani e bambini abbandonati devono essere assistiti e curati nel Paese
africano e non da stranieri, impedendone quindi l’adozione fuori dall’Etiopia. Molte di queste coppie hanno iniziato le pratiche per
l’adozione già quattro anni fa e sono ancora in attesa. Nei giorni scorsi la Commissione per le adozioni internazionali italiana aveva previsto l’insorgenza di problemi per le famiglie italiane a causa della decisione dell’Etiopia. Le prime coppie bloccate dalle Autorità etiopi cominciano perciò a protestare chiedendo di essere aiutate a superare questo grave ostacolo. La Commissione era stata in passato oggetto di critiche e al centro anche di un’inchiesta giudiziaria in corso a Savona per non aver effettuato puntuali controlli sugli enti che si occupano delle adozioni internazionali.

 

adozioni, Etiopia, internazionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741