Skip to main content
Il Tribunale di Arezzo

Arezzo, banca Etruria: cominciato il processo per il filone delle truffe. 37 gli imputati

Il Tribunale di Arezzo
Il Tribunale di Arezzo

AREZZO – E’ iniziato oggi davanti al Tribunale di Arezzo il processo per il filone delle truffe nell’ambito del crac di Banca Etruria. Sono 37 gli imputati, accusati di istigazione alla truffa e truffa aggravata: tra loro ci sono i cinque dirigenti che secondo la Procura avrebbero fatto
parte della cosiddetta ‘cabina di regia’, da cui sarebbero partiti gli ordini sui dipendenti delle filiali affinché piazzassero ai clienti le
obbligazioni subordinate, poi diventate carta straccia dopo il decreto salva-banche. Con i dirigenti sono imputati anche impiegati e
direttori di filiale. Dopo la costituzione delle parti, il giudice ha preso atto delle richieste di riunificazione dei due procedimenti per truffa avanzate sia dal sostituto procuratore Andrea Claudiani che dagli avvocati degli imputati. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 17 maggio.
I cinque dirigenti sono accusati impartito direttive affinché facessero sottoscrivere ai clienti le obbligazioni subordinate emesse
da Banca Etruria dal giugno all’ottobre 2013, ovvero i bond ad alto rischio vendute prescindendo dal corretto profilo Mifid del cliente.
Gli altri imputati (impiegati e direttori di filiali) sono accusati di aver messo in atto le direttive di vendita dei bond.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741