Cosa fare di giorno e di sera

Week end 27-28 a Firenze e in Toscana: spettacoli, eventi, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

Il panorama di Firenze

FIRENZE

Giornata della memoria – Per l’anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz le manifestazioni istituzionali prevedono, la mattina del 27 gennaio, alle 8,  l’esposizione delle bandiere a mezz’asta in Palazzo Vecchio. Alle 9, in vari luoghi della città, verranno deposte corone di alloro presso i monumenti e le lapidi poste a memoria della deportazione e dei campi di sterminio. Sabato 27 gennaio, ore 15.30, al Gabinetto Vieusseux, Sala Ferri (Piazza degli Strozzi), il Maggio Musicale presenta «Dmitrij Šostakovič e le ceneri di Babij Jar», a cura di Rosanna Giaquinta, introduzione e conclusioni di Cristiano Chiarot e Giovanni Vitali, interventi di Rosanna Giaquinta, Samuel Manzoni, Antonella Salomoni. Al termine il Quartetto Domino esegue il Quartetto in do minore op. 110 di Dmitrij Šostakovič. Domenica 28 gennaio, ore 15.30, alla Sinagoga in via Farini «Il silenzio dei vivi» di Elisa Springer. Letture scelte con accompagnamento di musiche ebraiche, ingresso libero. Info: 055 2346654. Alla Biblioteca Pietro Thouar Q.1 (Piazza Torquato Tasso, 3) sabato 27 alle 16.30, alla Sezione ragazzi, La memoria dei bambini Dalla lettura di alcune sequenze del Diario di Anna Frank nella nuova versione a fumetti di Ari Folman e David Polonsky (Einaudi, 2017) al laboratorio di “traduzione” in immagini del libro I bambini di Terezin: poesie e disegni dal lager 1942-1944 (Feltrinelli, 1980). Per bambini da 8 a 13 anni, su prenotazione. All’Altana, Gramsci oggi. Dalle Lettere ai Quaderni. Testi gramsciani scelti e interpretati da Ilaria Onorato. Esaurito da giorni lo spettacolo teatrale gratuito per il Giorno della memoria di sabato 27, ore 18 e ore 21.00, allo spazio dei Chille a San Salvi. Sabato 27 alle 20.45 e domenica 28 alle 16.45 la Compagnia Giosuè Borsi ArsAnte presenta al Teatro Lumière (via di Ripoli 231) «Il diario di Anna Frank», regia di Paola Tanda; un adattamento in forma di radiodramma. Biglietti 14 / 12 euro. Sabato 27 alle 16 all’Auditorium Sinopoli della Scuola di Musica di Fiesole (Via delle Fontanelle 24) concerto a ingresso libero con Overture su temi ebraici op. 34 per clarinetto, pianoforte e quartetto d’archi di Prokof’ev, Suite Ebraica per Viola e Piano di Ernest Bloch, 5 pezzi per Quartetto d’archi di Erwin Schuloff. Sabato 27 alle 21 l’ Associazione Culturale in Fabula al Teatro di Colonnata (Piazza Rapisardi, 6, Sesto Fiorentino) organizza una serata di letture da Brecht a Levi; parte del ricavato andrà a Emergency (info e prenotazioni 346 0217898). Sabato 27 alle 17 al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio spettacolo di Doretta Boretti «Non perdiamo tempo, incominciamo!». Al Teatro Comunale di Antella sabato 27 alle 21 «Lo sport inatteso» (ingresso gratuito), che in occasione della Giornata della Memoria affronterà il ruolo inedito e storico dello sport negli anni della deportazione a Firenze. Si analizzeranno le squadre nate nei campi di concentramento di Auschwitz e Dachau, e verrà approfondita la storia della Fiorentina negli anni della deportazione. Sarà inoltre proiettato il documentario “Oltre la vittoria”. La serata è a cura di Tiziana Alma Scalisi con Associazione ANED – Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti. Interventi di Luigi Dionisio, Fabio Fabiani, Tiziano Lanzini. Info e programma completo 055 621894 – www.archetipoac.it.

Maggio Musicale Fiorentino – Per il Ciclo Mozart del Maggio Musicale Fiorentino a Palazzo Pitti, nella Sala Bianca, sabato 27 alle 17 sul podio dell’Orchestra del Maggio c’è Alvise Maria Casellati. In programma Wolfgang Amadeus Mozart, Adagio e Fuga in do minore K. 546 per orchestra d’archi; Franz Joseph Haydn, Sinfonia in fa minore Hob.I: 49 La Passione; Samuel Barber, Adagio per archi; Dmitrij Šostakovič, Sinfonia da camera op. 110a per archi. Arrangiamento di Rudolf Barshai dal “Quartetto n.8 in do minore per archi op.110”. Il concerto è dedicato a Liliana Segre, sopravvissuta ai campi di concentramento nazisti e appena nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Domenica 28 alle 17 dirige Federico Maria Sardelli; in programma Wolfgang Amadeus Mozart, Sinfonia in sol maggiore K.129, Franz Joseph Haydn, Sinfonia in re maggiore Hob.I: 96 Il Miracolo; Ludwig van Beethoven, Sinfonia n. 1 in do maggiore op. 21. Posto unico euro 15. Sabato 27 alle 16.30 e ore 20 e domenica 28 alle 16.30 al Teatro Goldoni (via Santa Maria, 15) repliche de «La donna di Siviglia», nuovo allestimento della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e Venti Lucenti, tratto dalla «Carmen» di Georges Bizet con la regia di Manu Lalli e la direzione di Giuseppe La Malfa. Prezzi: 5, 10, 15 euro.

Alexander LonquichAmici della Musica – Al Teatro della Pergola (via della Pergola 18) sabato 27 alle 16 Lorenza Borrani, violino, Alec Frank Gemmill, corno, Alexander Lonquich, pianoforte (nella foto) eseguono Schumann, Sonata n.2 per violino e pianoforte op.121; Adagio e Allegro per corno e pianoforte op.70 e Brahms, Trio in mi bemolle maggiore per corno, violino e pianoforte op.40. Domenica 28 alle 21 al Saloncino della Pergola, per la rassegna “Il mondo del Quartetto” si ascolta l’ Omer Quartet. Biglietti da 14 a 25 euro. Info  055 607440 e su  www.amicimusicafirenze.it.

Uno zio Vanja – Al Teatro della Pergola (via della Pergola 18) sabato 27 alle 20.45 e domenica 28 alle 15.45 Vinicio Marchioni dirige e interpreta «Uno Zio Vanja» di Anton Čechov nell’adattamento di Letizia Russo. Al suo fianco in scena Francesco Montanari. Una riedizione di Zio Vanja che si prefigge l’obbiettivo di riavvicinare il grande pubblico alla storia del teatro, dimostrandone l’attualità dei valori in un allestimento attento ai nuovi linguaggi della regia del teatro contemporaneo. Durata due ore e 30 minuti, intervallo compreso. Biglietti da 14 a 34 euro, prevendite Box Office / Boxol.

La Grisélidis di Serra Yilmaz – Al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303) sabato 27 alle 21 Serra Yilmaz interpreta «Grisélidis: memorie di una prostituta», che Coraly Zahonero ha tratto dalle memorie della scrittrice, pittrice, prostituta e attivista Grisélidis Réal, che si impegnò per la legalizzazione della prostituzione in Svizzera e per i diritti delle prostitute francesi. La musica è composta e interpretata dal grande ssassofonista Stefano “Cocco” Cantini. Biglietti 16 / 14 euro. Domenica 28 alle 16.30 va in scena «Favole al telefono», adattamento e regia di Andrea Bruno Savelli che si è posto come obiettivo quello di avvicinare i bambini al mondo del teatro con sei favole della famosa raccolta scritta da Gianni Rodari. Uno spettacolo che riunisce tre diverse forme espressive in un’unica rappresentazione: la prosa, la musica e il canto con l’intento di suscitare la curiosità dei giovani spettatori e iniziarli a tutto tondo alla cultura teatrale e musicale. Interpreti Diletta Oculisti e Giacomo Bogani, accompagnati da sei strumentisti (tastiera, flauto, percussioni, violoncello, violino e sassofono) del Fiesole Music Ensemble. Adulti 10 euro, ragazzi fono a 14 anni 8. Info 055/422.03.61 –  www.toscanateatro.it

Festival del Musical indipendente – Al Teatro di Cestello in San Frediano sabato alle 20.45 e domenica alle 16.45 prosegue Mindle, il Festival del Musical indipendente, con «Disincantate, le più stronze del reame» ovvero le più celebri e irresistibili protagoniste delle fiabe rilette da Dennis T. Giacino. Un successo mondiale, che dopo i travolgenti esordio a Broadway  (la Nbc lo ha definito “Lo spettacolo più divertente dell’anno”) ha conquistato tutti e  cinque i continenti, con oltre 15 produzioni originali autorizzate in altrettanti paesi. A Firenze va in scena l’edizione ufficiale italiana, con la regia di Matto Borghi e un cast di vere e proprie vedettes del teatro musicale: Claudia Cecchini, Claudia Belluomini, Maria Dolores Diaz, Simona Distefano, Giulia Mattarucco e Angela Pascucci.

Requiem di Fauré gratis in Ognissanti – Nella Chiesa di Ognissanti (Borgo Ognissanti 91r) domenica 28 alle 16.15 si ascolta il Requiem op. 48 per soli, coro e orchestra di di Fauré con Fauré Concert Choir Japan, direttore Hideyuki Tsuji. Ingresso libero.

Ha rielaborato i più grandi classici della band di Peter Gabriel, Phil Collins e Steve Hackett arrangiandoli per pianoforte solo.

Careggi in Musica  – Domenica 28 il pianista romano Francesco Gazzara si esibirà in concerto nella stagione Careggi in Musica a cura di A.Gi.Mus. Firenze con  “Play Me My Song – Gazzara Plays Genesis”, un viaggio alla scoperta dei capolavori della band del progressive inglese in una veste inedita. L’appuntamento è alle ore 10.30 all’ Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi, (Largo Brambilla 3, ingresso libero).

Innocenti Evasioni per Battisti – All’Auditorium Flog (via M. Mercati 24b; apertura ore 21.30) sabato 27 serata dedicata a Lucio Battisti con la tribute band Innocenti Evasioni in concerto. Segue “Il Mio Canto Libero”, dj set con Hugolini & Coqo’djette. ingresso € 10 – € 7 ridotto + d.p.; prevendita Box Office

Via del Campo per De André – Sabato 27 alle 21.30 al Viper Theatre (via Pistoiese / via Lombardia; biglietto: 5 euro; info tel. 055.218647 – 055.0195912 – www.lndf.itwww.viperclub.eu) si solennizza l’anniversario della morte di Fabrizio De André con una serata tributo; sul palco i Via del Campo, formazione che da oltre due lustri ripercorre il repertorio più autentico di Faber. Il ruolo di De André è affidato a Riccardo Mori, vocalist e chitarrista già al fianco di Vasco Rossi.

METJAZZ al Pinocchio – Sabato 26 gennaio alle 22, presso il Pinocchio Jazz (viale Giannotti), in collaborazione con METJAZZ, la sezione “incroci jazz tra Prato e Firenze” propone il il concerto La chitarra oltre i confini del jazz elettrico col quartetto del chitarrista genovese Alberto Cappelli Toroya, interessato ai linguaggi dell’improvvisazione, dopo essersi spinto oltre la tradizione jazzistica, avanguardie comprese, esplorando la lingua del flamenco, la musica indiana, le sonorità elettriche del rock.

Piaceri proletari swing-folk – “Swing raccattato” con influenze folk e nu-folk, condito con una buona dose di veracità. È l’identikit dei Piaceri Proletari, sabato 27 sul palco del BUH per presentare Giungle su Giungle, il loro ultimo album (via Panciatichi 16; inizio ore 22:30. Ingresso libero con tessera ARCI). Un lavoro in cui lo swing attinge a piene mani dalla canzone cantautorale italiana.
Radio Slave – Sabato 27 torna al Tenax (via Pratese 46) per Nobody’s Perfect uno fra i dj  e producer più conosciuti, Matt Edwards aka Radio Slave, che prenderà il timone per solcare i mari più profondi dell’house music e dell’elettronica. Inglese, 3 decadi di attività, centinaia tra produzioni e remix e 4/5 moniker (apertura porte ore 22:30 – ingresso 10/12/15 €, vietato ai minori di 18 anni).

Mostre – L’importanza dell’arte tessile a Firenze nel Trecento, sia dal punto di vista economico che nel campo della produzione artistica e nei costumi della società del tempo, è illustrata dalla mostra «Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura» che la Galleria dell’Accademia (via Ricasoli) ospita fino al 18 marzo 2018. Dipinti, un vestitino in lana prestato dal National Museum di Copenhagen, confezionato a metà del XIV secolo per una bimba, recuperato dagli archeologi in Groenlandia, il piviale del Museo Nazionale del Bargello.

Nella chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte fino al 1 maggio 2018 c’è la mostra Monet Experience and the Impressionists. Tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 19.30. Ogni domenica mattina tra le 10 e le 12,30, durante la rappresentazione immersiva i danzatori della Lyricdancecompany proporranno spettacolari interventi ispirati a Monet e al mondo impressionista, con le coreografie firmate da Alberto Canestro, direttore della compagnia. I ballerini si avvarranno della scenografia unica di ‘Monet Experience’, dopo il positivo riscontro di pubblico del primo esperimento di fusione della danza con le mostre multimediali proposte da Crossmedia a Santo Stefano al Ponte, in occasione di ‘Klimt Experience’. La biglietteria chiude alle 18.30. Intero 13 euro, 10 per studenti e over 65. Pagano 5 euro i bambini dai 5 ai 12 anni, gratuito sotto i 5 anni. Agevolazioni per le famiglie da 4, 5 o 6 persone, che pagano rispettivamente 34, 40 e 44 euro. In gruppo (minimo dieci persone) si paga 9 euro.

Al secondo piano di Palazzo Pitti, tesori tratti dalle raccolte del cardinale Leopoldo de’ Medici (1617-1675). Vero ‘Principe dei collezionisti’, come sottolinea il titolo della mostra aperta fino al 28 gennaio al Museo degli Argenti di Pitti, fondò fra l’altro la raccolta degli Autoritratti e gettò le basi del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi con oltre 11.000 preziosi acquisti. Uno degli ultimi grandi personaggi della famiglia… Omaggio dovuto a 4 secoli dalla nascita! I quadri più importanti sono rimasti nelle Gallerie ma un apposito percorso permette di riconoscerli.

Nella Galleria Poggiali (via della Scala, 35/A-29/A e via Benedetta 3r) mostra personale di Eliseo Mattiacci dal titolo Misurazioni a cura di Lorenzo Bruni. La prima personale dell’artista di Cagli a Firenze dopo quasi 40 anni da quella che si tenne nel 1980 alla Galleria di Vera Biondi, per osservare da un’angolazione inedita il percorso che Mattiacci ha sviluppato in più di 50 anni di lavoro; 28 opere tra disegni, acquarelli e istallazioni. Fino al 24 febbraio.

È stata prorogata fino al 25 marzo 2018 a Pistoia l’esposizione nella chiesa di San Leone del gruppo scultoreo della «Visitazione» di Luca Della Robbia, eseguito intorno al 1445 per la chiesa di San Giovanni Fuorcivitas di Pistoia e recentemente restaurato all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze grazie al sostegno dei musei americani «Museum of Fine Arts» di Boston e della «National Gallery of Art» di Washington, che l’hanno tenuta in esposizione fino a luglio 2017.

A Siena è stata prorogata fino all’8 aprile  la mostra sul celebre pittore senese Ambrogio Lorenzetti, allestita presso il complesso museale di Santa Maria della Scala, a Siena. Il contributo che Ambrogio diede alla città è ancora tangibile in diversi edifici , ma molte delle sue opere sono finite in importanti musei sparsi in giro per il mondo. La Mostra ne fa tornare o giungere una prima volta nella terra del loro artista diverse.

SESTO FIORENTINO (FI)
Al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino (Via Gramsci 426; 055440852, 3460384884, www.teatrodellalimonaia.it, bus 2) c’è «Intercity Winter 2018», la sezione invernale del festival «Intercity» curata direttamente dall’Associazione Teatro della Limonaia, che comprende anche alcune repliche di produzioni di successo del festival autunnale e degli anni passati come la commedia noir «End of Desire» di David Ireland, che debuttò nel 2013 e fu ripreso già nel 2017, e si vede ancora sabato 27 e domenica 28 alle 21. Regia, traduzione, scene, luci e costumi sono di Dimitri Milopulos, interpreti i bravissimi Monica Bauco e Riccardo Naldini. Biglietti 13 / 11 euro.
Al Salone della Scuola di Musica Bruno Bartoletti (via Scardassieri, 47) sabato 27 alle 18.30 concerto del Sesto Antiqua Consort, con la clavicembalista Alessandra Artifoni e i suoi colleghi e allievi del corso di musica antica. Ingresso libero.
CALENZANO (FI)
Margherita Hack ha riempito auditorium e teatri, diretto un osservatorio astronomico, difeso la libertà della scienza e la laicità dello Stato, combattuto per la parità dei diritti. Ha saputo coniugare un’importante carriera scientifica nell’astronomia e la passione per la divulgazione affascinando e divertendo milioni di italiani dal vivo o in tv. «Margherita Hack – una stella infinita» è un omaggio e un divertito ricordo della sua originalità e simpatia. Scritto e diretto da Ivana Ferri, lo spettacolo vede protagonista Laura Curino ed è in scena sabato 27 ore 21.15 al Teatro Manzoni di Calenzano (Via Mascagni 18,  tel. 055 8877213 – biglietti 13/10/5 euro) in prima regionale nell’ambito della nuova stagione del Teatro delle Donne. Alle parole di Laura Curino si aggiungono le immagini montate da Gianni De Matteis. Intero 13 euro; ridotto 10 euro.
SCANDICCI FI)
Nada Malanima sarà domenica alle 11 alla rassegna “Il Libro della Vita” all’Auditorium di Scandicci in piazza Resistenza (fermata della tranvia “Resistenza”) ad ingresso libro fino ad esaurimento posti. Parlerà di “Poesie e lettere” di Emily Dickinson insieme a Sergio Staino.
VICCHIO (FI)

Domenica 28 alle 21.15 al Teatro Comunale Giotto (piazzetta dei Buoni, 1, 055 844460 www.teatrogiotto.it) Valentina Sperlì, Roberto Valerio, Michele Nani, Massimo Grigò, Carlotta Viscovoin «Casa di bambola» di Henrik Ibsen, adattamento e regia  Roberto Valerio, scena Giorgio Gori, costumi Lucia Mariani, luci Emiliano Pona, produzione Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale. Un’opera di grande e complessa modernità. Nora è sposata da otto anni con l’avvocato Torvald Helmer, che la considera alla stregua di un grazioso e vivace animale domestico. Sembra felice in questa gabbia famigliare fino a quando rimane coinvolta in un ricatto da cui deve difendersi e da quel momento inizia la ricerca della sua vera identità, per “scoprire chi ha ragione, io o la società”. Biglietti 15 / 13 euro, durata 2h. Informazioni : 055 8439269

SAN GIOVANNI VALDARNO (FI)
A San Giovanni Valdarno, nella Pieve di San Giovanni Battista (piazza Cavour), domenica 28 gennaio dalle 16 Festa dei Popoli. Testimonianze e musica delle comunità Romena, Africana, Islamica, Latinoamericana, Indiana, Albanese; la performance del laboratorio Teatrovunque! a cura di Angelo Castaldo e Chiara Cappelli in collaborazione con l’associazione In Fabula; la proiezione del docu-corto “Il cammino di Santiago”. Interverranno Arber Agalliu Aga (del movimento Italiani Senza Cittadinanza) e Sandra Romei (vice sindaco del Comune di San Giovanni Valdarno). Dalle 19, nei locali dell’Oratorio Don Bosco, Apericena dei Popoli, con piatti tipici offerti dalle varie comunità. Sempre nella Pieve, sabato 27 dalle 17, incontro “Alla pace non c’è alternativa (G. La Pira)” con Raffaele Crocco (giornalista, ideatore dell’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo) e Flavio Lotti (coordinatore Tavola della Pace).

EMPOLI

Al Bar Antica Gelateria Viti (via Roma angolo piazza don minzoni) sabato 27 alle 22.30 suona la Filippo Barontini Blues Band feat. Laura piunti. Ingresso gratuito.

PRATO

Domenica 28 gennaio alle 11, presso la Scuola di musica Verdi, in un appuntamento di METJAZZ OFF, lo scrittore Alessandro Agostinelli leggerà pagine del suo romanzo Benedetti da Parker, dando voce alla storia di Dean Benedetti, il livornese fanatico di Charlie Parker che dopo la guerra registrò dal vivo decine di assoli del sassofonista. Ad accompagnarlo ci saranno due musicisti livornesi, Andrea e Nino Pellegrini.

Sabato 27 alle 19.30 e domenica 28 alle 16.30 al Teatro Metastasio arriva «Giulio Cesare» di William Shakespeare adattato e diretto dallo spagnolo Àlex Rigola, nome di spicco della scena internazionale, già direttore della Biennale Teatro di Venezia dal 2010 al 2016. Un testo epico che ruota intorno all’esercizio del potere, al rapporto tra popolo e tirannide, alla violenza ammantata dalla retorica necessaria a arringare le folle e piegarle all’ipocrisia, all’incapacità politica che sta alla base delle guerre che sfociano nelle catastrofi umanitarie. Rigola trae da questo testo una versione in chiave contemporanea che dimostra e sottolinea come nell’omicidio di Stato di Cesare ci siano i prodromi delle attuali guerre intelligenti, delle missioni di pace, della necessità di intervenire sulla destituzione di tiranni a tutela della democrazia occidentale o di quella che lo status quo considera democrazia.

AREZZO

Al Teatro Petrarca di Arezzo (Via Guido Monaco, 12) domenica 28 alle 18 concerto del pianista Gianluca Luisi, che eseguirà musiche di Bach (Suite Francese N° 5), Schubert (Fantasia Wanderer), Chopin (Polacca Eroica), Liszt (La Campanella). Platea, I e II settore: 20 € intero, 17 € ridotto, III e IV settore: 14 € intero, 12 € ridotto. Dettagli su terredarezzomusicfestival.it

TERRANUOVA BRACCIOLINI (AR)

All’Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini (via Vittorio Veneto 18, Ar) domenica 28 gennaio alle 21.15 va in scena «La grande menzogna», a cura di KanterStrasse Teatro realizzata in occasione della Giornata della Memoria; drammaturgia Alessio Martinoli, con la collaborazione di Simone Martini e Luca Avagliano. Cosa ha significato per la cittadinanza tedesca il passaggio al nazionalsocialismo, ovvero l’avvento al potere del partito nazista, con il cambiamento nelle libertà principali, passando per la censura e il sospetto, e i discorsi di Adolf Hitler alla nazione tedesca, la sua potenza comunicativa, la tecnica comunicativa e la sua presa sulla popolazione. La rappresentazione, inoltre, si interrogherà sull’importanza della memoria, come momento di riflessione, comprensione e monito nei confronti del futuro. Info & prenotazioni Info & prenotazioni 377 9878803. Calendario completo su www.lefornaci.org 

SIENA

Oltre 160 produttori da 15 regioni italiane, Francia e Austria e più di 500 vini in degustazione: è «Wine&Siena», manifestazione di Gourmet”s International dedicata alle eccellenze vitivinicole e culinarie sabato 27 e domenica 28. Calici da degustare a Rocca Salimbeni, sede storica del Monte dei Paschi di Siena; a Palazzo Pubblico, in piazza del Campo, e al Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione. Il programma prevede convegni, showcooking e le masterclasses.

LUCCA

Sabato 27 e domenica 28 c’è la Mostra Internazionale Felina di Lucca al PoloFiere Lucca, Via della Chiesa XXXII n° 237. Aperta dalle 10.00 alle 19.00, ampio parcheggio gratuito, oltre 500 gatti gatti di razze rare e particolari, con grandi campioni internazionali di bellezza, incontri scientifici con coinvolgimento del pubblico, moltissimi stand per acquistare a prezzo di fiera tutto quel che serve al gatto e di parlare con gli allevatori di felini di razza, bar e ristorante in fiera. Biglietto intero 7,50€ adulti, ridotto 3,00€ bambini dai  5 ai 12 anni, ultrasessantacinquenni, militari e forze dell’ordine, accompagnatori disabili; gratuito: bambini sotto 5 anni, disabili accompagnati (l’accompagnatore paga biglietto ridotto); sabato 27 gratis anche bambini fino a 12 anni. Programma in dettaglio su www.expofeline-toscana.it

VIAREGGIO (LU)

Primo corso mascherato del Carnevale di Viareggio sabato 27 gennaio alle 16 con l’alzabandiera dedicato alla Giornata della Memoria e, a seguire, la sfilata dei carri allegorici. Su tutto pesa però l’incognita relativa alle condizioni meteo: la Fondazione Carnevale ha già previsto un piano alternativo con una festa nella Cittadella e lo slittamento della sfilata dei carri al giorno successivo. Gli altri appuntamenti sono fissati per il 4, 11, 13 e 17 febbraio.

La sfilata dei carri sulla passeggiata di Viareggio

La sfilata dei carri sulla passeggiata di Viareggio

 

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.