Durante Il Nasa Evolution

Salute & benessere: Firenze scelta come riferimento per la chirurgia andrologica nazionale

di Redazione - - Cronaca, Eventi, Salute e benessere

Il gruppo di specialisti andrologi del Centro chirurgico fiorentino

FIRENZE  – Il Centro Chirurgico Fiorentino scelto come uno dei centri di riferimento nazionale per la chirurgia andrologica durante il NASA EVOLUTION.La Società Italiana di Andrologia (SIA) ha infatti individuato nel Centro Chirurgico Fiorentino una delle sedi nazionali per lo svolgimento del corso NASA (National Academy of Surgical Andrology), che si è svolto il 2-3 maggio, offrendo ai corsisti una vera e propria full immersion nell’ambito della chirurgia andrologica e ricostruttiva del pene. Il corso NASA si articola in 5 corsi monotematici che hanno carattere professionalizzante in ambito di andrologia chirurgica e ricostruttiva e che coinvolgono un totale di 70 giovani andrologi ed urologi in 29 sedi ospitanti di cui 27 sul territorio nazionale e 2 sedi estere. Firenze è stata scelta per essere l’ unico centro in Europa ad eseguire la chirurgia protesica peniena in regime ambulatoriale con dimissione del paziente dopo alcune ore dall’ intervento indipendentemente dalla complessita dello stesso grazie alla tecnica ideata dal dottor Nicola Mondaini uroandrologo fiorentino di fama internazionale. Insieme al dottor Nicola Mondaini, ha operato come tutor designato dalla SIA il dottor Andrea Cocci.

Nel corso della due giorni sono stati eseguiti interventi di alta specialità quali il posizionamento di protesi peniene per disfunzione erettile e chirurgia ricostruttiva peniena per malattia di La Peyronie.I due giorni sono stati anche l’ occasione per discutere del recente intervento di trapianto di pene e scroto effettuato negli Stati Uniti presso il Johns Hopkins Hospital su un giovane militare che aveva perso i genitali a causa di un esplosione di una bomba in Afganistan-Uno degli interventi eseguiti a Firenze e’ stato eseguito proprio con la finalità di poter permettere ad un uomo di 60 anni di avere un pene per porre un device contro l’ incontinenza afferma il dottor Nicola Mondaini spiegandoci che questa chirurgia non ha soltanto finalità ludiche come spesso si pensa ma spesso l’ indicazione è di dare una qualità di vita migliore a pazienti con storie di incidenti gravi o malattie oncologiche.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.