Skip to main content
Incidente in A1 tra Barberino e Calenzano, code sino a 18km

Firenze Autostrada A1: terza corsia, si dimettono gli operai del cantiere, non ricevono stipendio da novembre

Incidente in A1 tra Barberino e Calenzano, code sino a 18km

FIRENZE – Si sono dimessi tutti tranne uno i 40 lavoratori della G Costruzioni che opera, in appalto per conto di Pavimental, al completamento della terza corsia della A/1 da Barberino (dove ha sede il campo base) a Incisa. «Non ce la facevano più ad andare avanti senza riscuotere da novembre scorso – spiega Stefano Tesi, della Filca-Cisl Firenze, che conta il maggior numero di iscritti tra i lavoratori del cantiere -. Parliamo oltretutto di lavoratori trasfertisti, che quindi sono costretti a vivere a centinaia di chilometri da casa. Per questo hanno preferito licenziarsi e chiedere la Naspi. E’ una situazione assurda e inaccettabile. Abbiamo tentato in tutti i modi – continua Tesi – di trovare una soluzione con l’azienda, ma senza avere alcun riscontro costruttivo. Per questo abbiamo deciso, assieme ai lavoratori, di avviare le azioni legali previste dalla legge in questi casi, per consentire a queste persone di vedersi riconosciuto il salario per il proprio lavoro».

Barberino, Incisa, operai, Terza corsìa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741