Si allarga il fronte della protesta

Pensioni: il governo si fermi e discuta con i sindacati, l’appello di Cgil, Cisl e Uil

di Paolo Padoin - - Cronaca, Primo piano

ROMA – «Le pensioni non si toccano. Il governo farebbe bene a fermarsi prima di fare degli errori e ad aprire un confronto serio e di merito con i sindacati». Lo dichiarano in una nota i Segretari generali di Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil Ivan Pedretti, Gigi Bonfanti e Romano Bellissima. «Tra ipotesi di ricalcoli, contributi di solidarietà e tagli sopra una certa soglia – continuano i sindacalisti in una nota – è del tutto evidente che l’intenzione è quella di mettere ancora una volta le mani nelle tasche dei pensionati provocando così l’ennesimo danno a uomini e donne che hanno lavorato per una vita. È un film già visto e sarebbe una clamorosa retromarcia rispetto a quanto fatto in questi ultimi anni con l”allargamento e il potenziamento della 14esima».

I sindacati si dicono pronti a confrontarsi con il governo, ma dicono fin da ora di essere «assolutamente indisponibili a ragionare su interventi che avrebbero come unico fine quello di fare cassa con le pensioni».

Sul tema non rinincia alla polemica politica la deputata del Pd, Alessia Morani: «Contrordine: la Lega prepara una nuova tassa sulle pensioni. Su tutte le pensioni, non solo su quelle d’oro. Se è vero quello che dice oggi Brambilla, i leghisti pensano di fare cassa sulle spalle dei pensionati, di fatto introducendo una nuova tassa sotto la formula occulta del contributo di solidarietà. Dovevano
abbassare le tasse e invece ne mettono di nuove. La differenza sta tutta qui, tra la propaganda e la realtà, come sempre: mentre noi abbiamo dato la quattordicesima a 3,5 mln di pensionati, loro aggiungono nuove e ingiuste tasse. A questi signori, che ogni giorno di più minacciano di destabilizzare pesantemente l’Italia, diciamo che prima di toccare i soldi degli italiani pensino
a restituire i 49 milioni che gli devono», conclude la deputata del Pd. In realtà un furto reale e legalizzato sulle pensioni, confortato dalla Consulta, è stato quello della mancata restituzione della perequazione fatta proprio dal Governo Renzi – Poletti.

Tag:, ,

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: