Le spassose proposte dei concorrenti

Le Piastre: campionato italiano della bugia, i vincitori della prima giornata

di Redazione - - Cronaca, Cultura

PISTOIA – Proclamati stasera, a conclusione della prima giornata del Campionato italiano della bugia a Le Piastre (Pistoia) i vincitori delle sezioni letteraria, radiofonica e grafica (italiana e internazionale), in attesa del concorso classico e tradizionale, previsto domani, con i racconti orali delle bugie di 20 concorrenti finalisti.
Quest’anno risultano tre gli scrittori più bugiardi d’Italia secondo il verdetto emesso dallo scrittore Sandro Veronesi, presidente della giuria che ha selezionato otto racconti sui 72 a concorso. I vincitori a pari merito sono i miniracconti «Cani e gatti dal cielo» di Cristina Giuntini di Firenze, che ha rivisitato il famoso proverbio inglese piovono cani e gatti.

Invece Annapaola Lacatena di Taranto ha vinto raccontando di un nonno che spiega al nipotino come suo padre, operaio dell’Ilva in fabbrica produca nuvole, tanto che, appena in città piove, il
piccolo esclamerebbe: «Certo, papà è al lavoro!».

Massimo riconoscimento anche per Paolo Fusi di Milano con il suo «Una bugia per bene» dove si narra di un piccolo migrante affidato ad una famiglia italiana a cui viene detto che la neve, che vedeva per la prima volta, è in realtà una buona manna capace di consolare i bimbi separati dai genitori.
Per la sezione grafica tra i concorrenti in Italia trionfa, su 65 partecipanti, Lucio Trojano di Lanciano. Il 28enne curdo Heibat Ahmadi sbaraglia invece la concorrenza internazionale.
Trojano ha interpretato il tema dei cambiamenti climatici disegnando un plumbeo cielo temporalesco alzato con una leva fino a scoprire l’azzurro retrostante. Dedicata alla siccità
l’interpretazione di Ahmadi, che ha disegnato una squadra di pompieri intenta a salvare l’unica goccia d”acqua che cade dalle scarse nubi.
Per la bugia radiofonica il vincitore è l’imprenditore pistoiese Luca Pullerà, che ha raccontato della geniale soluzione che la sindaca di Roma Virginia Raggi ha trovato per fare in modo che romani e turisti possano sopportare meglio la calura estiva: ha fatto riempire d’acqua le numerosissime e
profondissime buche che costellano le strade della Città Eterna, trasformandole in comode e gratuite piscine.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: