Skip to main content
Il tribunale fi Firenze ha emanato un decreto ingiuntivo per un pagamento di oltre 6 milioni di euro

Migranti: arresti frode Firenze, indagati davanti al Gip. Un malore: interrogatorio rinviato

Il tribunale fi Firenze ha emanato un decreto ingiuntivo per un pagamento di oltre 6 milioni di euro
Il tribunale di Firenze

FIRENZE – Un malore durante gli interrogatori di garanzia davanti al gip per i destinatari delle misure cautelari nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarità nella gestione di alcuni centri di accoglienza, con sede a Firenze e Lastra a Signa. Ha risposto alle domande del giudice Davide Santetti, finito ai domiciliari, tra gli amministratori di fatto della Eurotravel bed&breakfast srl, ditta che forniva le strutture dove erano ricoverati i migranti.

«Santetti ha chiarito la situazione – spiega il suo legale, avvocato Stefano Cipriani -, nel 2014-2015 eravamo in piena emergenza, la prefettura chiese di adoperarsi per mettere a disposizione più posti letto possibile e lui lo fece. Per quanto riguarda le presunte irregolarità nella gestione dei centri, Santetti ha precisato – continua il legale – che a lui competeva solo la fornitura delle strutture e il cambio delle lenzuola, il resto era compito delle cooperative. Parliamo – ha aggiunto Cipriani – di una persona che ha deciso di mettere a disposizione per i migranti le sue strutture rinunciando a una larga fetta del suo business, dopo aver visto come si vive nelle favelas in Brasile».

Interrogatorio slittato a venerdì prossimo per il padre di Santetti, Ottorino, di 84 anni, finito anche lui ai domiciliari, che ha accusato un lieve malore prima di entrare dal giudice. Si
è avvalso della facoltà di non rispondere il presidente della cooperativa il Cenacolo, Matteo Conti, difeso dall’avvocato Duccio Baglini e sottoposto alla misura interdittiva del divieto
temporaneo di esercitare imprese. Ha risposto alle domande del gip Lorenzo Terzani, presidente della Co&So: «Il mio assistito – afferma l’avvocato Gaetano Viciconte – ha chiarito la posizione del consorzio, quella di un general contractor senza compiti di gestione».

gip, inchiesta, migranti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741