La nota periodica dell'Istituto

Istat: prevede crescita economica contenuta, reddito +1.3%

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

ROMA – Crescita economica contenuta per l’Italia. E’ quanto prevede l’Istat nella consueta Nota mensile sull’andamento dell’economia italiana. «L’attuale fase ciclica dell’economia italiana rimane caratterizzata dal rallentamento della produzione industriale accompagnato tuttavia da un recupero delle esportazioni. Segnali positivi provengono dal mercato del lavoro con una ripresa dell’occupazione e una significativa riduzione della disoccupazione. L’inflazione rallenta, mantenendosi su livelli inferiori a quelli dell’area euro. Nel secondo trimestre l’accelerazione del reddito disponibile in termini sia nominali sia reali (+1,3% e +1,2% rispettivamente la variazione congiunturale) è stata sostenuta dagli effetti degli aumenti retributivi connessi al rinnovo dei contratti del pubblico impiego (+2,3% la variazione congiunturale dei redditi da lavoro dipendente ricevuti dalle famiglie). La crescita sostenuta del potere d’acquisto non ha però comportato, almeno nell’immediato, un aumento dei consumi, determinando quindi nel trimestre un deciso aumento della propensione al risparmio, che è salita all’8,6% (1,1 punti percentuali in più rispetto al primo trimestre).

Ad agosto l’occupazione è tornata a crescere (+0,3% su base mensile, pari a +69 mila unità. Il tasso di occupazione ha raggiunto il 59%). L’aumento dell’occupazione si distribuisce tra le fasce di età superiori ai 25 anni e interessa sia le donne sia gli uomini. Rispetto alla composizione per posizione professionale tornano a crescere i dipendenti (+0,5% rispetto al mese precedente) trainati dalla componente a termine (+1,5%) ma sostenuti anche da un aumento dell’occupazione permanente (+0,3%)».

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: